/ Economia

Economia | 29 ottobre 2019, 11:47

Al via la collaborazione tra Fratelli Carli e Coldiretti Imperia per migliorare il controllo di filiera.

Per la produzione del rinomato Olio Extra Vergine di Oliva D.O.P. Riviera Ligure, sottozona Riviera dei Fiori, l’azienda ligure si avvarrà della collaborazione di APOL S.c. a r.l. che associa oltre 100 produttori olivicoli liguri.

Al via la collaborazione tra Fratelli Carli e Coldiretti Imperia per migliorare il controllo di filiera.

Partirà con la campagna olearia 2019, ormai alle porte, la nuova collaborazione tra Fratelli Carli, la storica azienda olearia di Imperia che, dal 1911, vende per corrispondenza e consegna a domicilio i propri prodotti in Italia e all’estero, e Coldiretti Imperia per tramite di APOL, l'Associazione Produttori Olivicoli della Liguria.

Obiettivo dell’accordo è quello di sancire la trasparenza su tutta la filiera per la produzione dell’Olio Extra Vergine di Oliva D.O.P. Riviera Ligure, sottozona Riviera dei Fiori. Trasparenza che Fratelli Carli ha sempre ritenuto un valore imprescindibile e che verrà oggi ribadita dalla collaborazione con APOL, cooperativa ligure che conta oltre 100 produttori associati nelle zone che, in 60 km di costa e primo entroterra, vanno da Valle Impero a Ventimiglia, per un totale di più 200 ettari di oliveti e circa 60.000 piante.

Questo accordo diretto conferma la volontà di Coldiretti di stipulare contratti di filiera con un mondo industriale radicato sul territorio, che sia, da una parte, capace di produrre all’insegna della massima qualità e, dall’altra, di promuovere e vendere il prodotto finale, anche al di là dei confini nazionali. La nuova intesa rientra nel progetto “Filiera agricola tutta italiana”, che vede Coldiretti impegnata nelle produzioni di eccellenza delle diverse regioni della Penisola, al fianco di primarie aziende italiane all’insegna della piena tracciabilità e di un chiaro percorso etico economico del ciclo di produzione.

“Filiera vuol dire un gruppo di persone, una comunità, che si è data delle regole e le segue con attenzione e rispetto, alla ricerca della massima qualità. Ci auguriamo che nel tempo il progetto possa crescere efficientemente – dichiara Luciano Benza, Direttore Industriale di Fratelli Carli - L’intenzione è quella di dar vita ad un percorso che valorizzi sempre di più la nostra D.O.P. ottenuta dalle pregiate olive taggiasche, coltivate da secoli con passione e sacrificio sull’intero territorio imperiese, utilizzando oggi tutte quelle formule di rigenerazione che la ricerca e l’innovazione degli ultimi decenni possono mettere a disposizione del mondo della produzione e dell’agroindustria”.

Le olive e l’olio prodotti nel territorio rappresentano una risorsa fondamentale per l’economia del ponente ligure e per tutte le imprese agricole dedite alla coltivazione della meravigliosa pianta che è l’olivo. La cultivar Taggiasca, estremamente pregiata per la produzione di olio extra vergine, è motivo di vanto da secoli di questa parte di Liguria e dà origine ad un prodotto oggi rinomato in tutto il mondo. Quella che inizierà a breve sarà una raccolta particolarmente impegnativa, a causa dell’annata difficile sotto il profilo delle condizioni atmosferiche affrontate dalle piante e la scarsità preannunciata di frutti.

“Questo accordo è un punto di partenza - dichiara il Presidente di Coldiretti Imperia e Liguria Gianluca Boeri - Grazie all’accordo sancito, possiamo garantire prodotti di elevata qualità, provenienti da una filiera olivicola imperiese controllata, tracciabile e trasparente. Questo è stato e continua ad essere l’obiettivo e l’anima principale del progetto. L’accordo con Fratelli Carli, dunque, è l’ulteriore esempio di come, con l’agroindustria virtuosa, possano nascere sinergie concrete che rappresentano nuove opportunità economiche per i nostri territori” conclude Gianluca Boeri.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium