/ Politica

In Breve

giovedì 06 agosto
mercoledì 05 agosto

Politica | 10 dicembre 2019, 11:21

Imperia: Riviera Trasporti e problemi, Scibilia (Confesercenti) "Disservizio reale. Servono segnali di rinnovamento forti"

"Se qualcosa nella macchina non ha funzionato , crediamo che sia il momento di girare pagina e di cambiare qualcosa, tutto non può rimanere immobile".

Sergio Scibilia

Sergio Scibilia

"L’andamento degli ultimi anni fotografa purtroppo un peggioramento del sistema del pubblico trasporto gestito dalla Riviera Trasporti. Molti servizi continuano ad essere svolti con mezzi vecchi che si presentano troppe volte in pessime condizioni sia per la carrozzeria esterna che per gli interni. Questi disservizi hanno avuto conseguenze negative dirette anche in diversi settori economici, tra cui quello turistico".

Così interviene Sergio Scibilia, presidente provinciale di Confesercenti, su Riviera Trasporti, i problemi legati al trasporto pubblico locale e le dismissioni immobiliari in corso. "I disagi subiti sia dai viaggiatori che si spostano per vacanza sia per i lavoratori che utilizzano il bus per gli spostamenti dall’abitazione al luogo di lavoro, hanno conseguenze negative concrete.- denuncia Scibilia - I collegamenti pubblici sono una importante cartina di tornasole per i territori, un biglietto da visita".

"La nostra Provincia ha purtroppo un disservizio reale, che le diverse gestioni degli ultimi 20 anni non sono riuscite a risolvere e a trovare soluzioni reali. Apprezziamo molto l’impegno profuso dall’attuale presidenza della RT nel piano di risanamento finanziario, basato anche sulla vendita di beni immobili che sono stati in passato costruiti o acquistati con fondi pubblici. Pensiamo però che per il futuro ci sia bisogno di dare segnali di rinnovamento forti, c’è bisogno di interventi sulla gestione aziendale della RT".

"È giunto il momento di esaminare con più severità le scelte manageriali di questi ultimi anni, di verificare se hanno apportato benefici o ulteriore impoverimento dell’azienda, se hanno reso disservizi alla comunità, se hanno migliorato le condizioni di lavoro dei dipendenti. - aggiunge Scibilia - Il management di un’azienda pubblica, gestendo fondi pubblici provenienti dai cittadini, deve rispondere con maggiore responsabilità, con un’etica superiore. I risultati economici, l’andamento aziendale, le performance sono parametri che valgono sia per le aziende private che per quelle pubbliche".

"Se qualcosa nella macchina non ha funzionato , crediamo che sia il momento di girare pagina e di cambiare qualcosa, tutto non può rimanere immobile. Confesercenti infine auspica - conclude Scibilia- che i proventi del piano delle dismissioni immobiliari, possano essere rinvestiti per migliorare il servizio a 360 gradi, senza scordare i territori più piccoli, in particolare i collegamenti con l’entroterra".

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium