/ Cronaca

Cronaca | 21 febbraio 2020, 14:44

Non ha il 'Coronavirus' il sanremese Andrea Mannini: è rientrato dalla Cina e verrà controllato ancora per 14 giorni

E' stato già sottoposto alla quarantena in Cina ed è stato controllato oggi dai medici dell'Asl 1.

Non ha il 'Coronavirus' il sanremese Andrea Mannini: è rientrato dalla Cina e verrà controllato ancora per 14 giorni

È già stato visitato questa mattina dai medici della Asl 1 senza che sia stato riscontrato alcun sintomo il sanremese Andrea Mannini, il commissario tecnico della nazionale cinese, rientrato nella notte dal paese dove si è sviluppato il ‘Coronavirus’ e dove è già stato sottoposto al periodo di quarantena.

Anche gli accertamenti effettuati questa mattina dagli specialisti dell’ospedale di Sanremo hanno dato esito negativo. L’uomo, 43 anni, in via del tutto precauzionale verrà comunque monitorato dalla struttura di Igiene pubblica per i prossimi 14 giorni. Mannini era stato intervistato nei giorni scorsi dal nostro giornale ed è stato scortato in aeroporto con il governo cinese che ha fatto di tutto per tenerlo lontano da ogni possibile contagio. In partenza ha fatto il check-in separatamente degli altri passeggeri e poi ha viaggiato da solo fino a Hong Kong mentre ha poi proseguito normalmente con un volo della British Airways.

In molti ti hanno contattato da Sanremo, preoccupati per questo rientro. Come vivi lo stato di paura per il Corona virus? Capisco che in Italia ci siano persone preoccupate per il Coronavirus, ma c’è anche tanta ignoranza in giro e le possibilità di un contagio sono statisticamente quasi nulle. Io non sono assolutamente preoccupato, l’emergenza è stata affrontata con intelligenza dalla nostra squadra e senza allarmismi e le misure prese per assicurare la nostra salute sono state straordinarie. Ho anche pensato di rimanere a casa a Londra e di non venire in Italia, ma essendo in viaggio da settimane, e ripartendo di nuovo per altre regate all’estero per i prossimi tre mesi, volevo trascorrere qualche giorno a Sanremo per rivedere anche la mia famiglia. Comunque per tranquillizzare tutti andrò in ospedale.

Ritornerai in Cina? Avevo la possibilità di andare via dalla Cina anche un mese fa, ma di certo non abbandono la mia squadra in un momento difficile come questo. Sono il loro allenatore e come leader devo devo essere il loro riferimento. Non ho mai pensato di andarmene e torno con qualche giorno di anticipo solo per una questione di visti. Mi ricongiungerò con la squadra tra 10 giorni a Palma de Mallorca e continuerò il programma per difendere il mio titolo di campione olimpico! Il goal è di vincere un altro oro a Tokyo 2020, una missione ancora più difficile vista la situazione, ma le sfide non mi spaventano e mi motivano ancora di più”.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium