/ Politica

Politica | 22 febbraio 2020, 17:22

Berrino sul turismo in Liguria: "Bilancio molto positivo, nostro compito migliorare ancora nei prossimi anni" (VIDEO)

L'assessore cauto sul tema coronavirus e sul possibile effetto per il turismo in Liguria e in Italia: "Ancora presto per valutare, ma non bisogna diffondere allarmismo"

Berrino sul turismo in Liguria: "Bilancio molto positivo, nostro compito migliorare ancora nei prossimi anni" (VIDEO)

Momento di dibattito in vista delle prossime elezioni regionali, gli Stati Generali della Liguria per il centrodestra di Giovanni Toti, svoltisi presso la sala Maestrale dei Magazzini del Cotone al Porto Antico di Genova, sono stati anche occasione di approfondimento sul turismo, uno dei settori economicamente più rilevanti per l'economia regionale.



Protagonista della riflessione sul tema è stato l'assessore Gianni Berrino: "Oggi spieghiamo come è cambiato il turismo in questi cinque anni - spiega l'esponente di Fratelli d'Italia -, i successi che abbiamo raggiunto uno dopo l'altro dal 2015 a oggi; nonostante gli eventi tragici, che non possiamo certamente dimenticare siano avvenuti, la Liguria si è ripresa. Anche nel 2019, un anno non del tutto positivo per tutto il paese con un maggio terribile, la nostra regione si è attestata oltre i 2 milioni di presenze con un incremento notevole di fruitori per le case affittate a uso turistico, direi nel complesso una performance molto buona. La nota positiva è poi che ha finalmente avuto inizio concreto il processo di destagionalizzazione: nel 2019 il periodo settembre-dicembre è stato ottimo sia dal punto di vista degli arrivi che delle presenze".

Berrino rivendica i risultati dell'azione di governo della giunta regionale, e in particolare del patto per il Turismo: "Consente agli albergatori di stare aperti più lungo e fare contratti di lavoro più lunghi rispetto ai sei mesi della stagionalità tipica - spiega l'assessore -, mentre alle amministrazioni locali permette di introitare i proventi della tassa di soggiorno e di usarla, in accordo con gli albergatori, per fare promozione territoriale, manifestazioni e dare servizi. Direi un bilancio molto positivo per il turismo, nonostante qualcuno dica ancora che il settore fa fatica: si può e si deve sempre fare meglio, e sarà nostro compito nei prossimi anni far crescere di pari passo la qualità del turismo e del turista".

L'assessore si mostra infine cauto sul possibile impatto della diffusione dei contagi da coronavirus anche in italia sul turismo della Liguria, troppo presto secondo Berrino per fare per fare stime o valutazioni compiute, ma l'attenzione sul fenomeno resta alta:  "Se parliamo dell'impatto per la mancanza di turisti cinesi questo sarà molto contenuto, visto che nel 2019 si tratta solo di 50 mila presenze, un numero insignificante per il trend complessivo; se invece ci riferiamo alla paura dei turisti di viaggiare questo è un fenomeno da tenere sotto controllo, ma credo che presto avremo informazioni certe su come il virus si propaga. Si tratta di un problema non certamente solo ligure, ma nazionale ed europeo: è chiaro che siamo attenti a capire, ma non dobbiamo suscitare allarmismi, ma garantire che la sicurezza del cittadino e del turista, che è un bene primario. Oggi mi sembra prematuro lanciare segnali sia di ottimismo che di allarme, restiamo a vedere come evolve la situazione".

Carlo Ramoino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium