/ Cronaca

| 26 febbraio 2020, 14:39

Altri 4 casi positivi in Liguria per il Coronavirus: sono tutti ospiti degli alberghi di Alassio (Video)

Con gli ultimi conclamati oggi, sono quindi 6 i pazienti positivi mentre è risultato negativo al tampone l’uomo che si era presentato la scorsa notte al San Martino.

Altri 4 casi positivi in Liguria per il Coronavirus: sono tutti ospiti degli alberghi di Alassio (Video)

Ci sono altri 4 casi positivi di Coronavirus in Liguria e provengono tutti dagli alberghi di Alassio, dove ha soggiornato la donna lombarda che è stata la prima nella nostra regione.

Con gli ultimi conclamati oggi, sono quindi 6 i pazienti positivi mentre è risultato negativo al tampone l’uomo che si era presentato la scorsa notte al San Martino. Intanto il Presidente della Regione ha confermato che gli ospiti ed i dipendenti dei due alberghi che sono negativi al virus, verranno spostati per l’isolamento volontario.

“A queste notizie – ha continuato Toti si aggiunge l’apertura della Sala della Protezione civile regionale dalle 7 alle 23 a disposizione dei sindaci per dubbi e domande. Al momento l’unico caso che sta gestendo è quello relativo all’albergo di Alassio dove si ritiene che le condizioni di affollamento siano tali da non garantire più l’appropriatezza e le dovute precauzioni per le 147 persone e quindi stiamo contattando in queste ore gli assessorati regionali alla sanità di Lombardia e Piemonte per fare in modo che parte di queste persone ospitate siano spostate nelle loro residenze, dove svolgere la quarantena volontaria o coatta, attraverso appositi trasporti protetti. Al momento comunque tutti gli ospiti dell’albergo sono stati assistiti con cibi caldi”.

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha ribadito il “Contatto continuo tra Regione Liguria e il Ministero della salute anche sull’uso dei tamponi che possono essere impiegati in casi specifici. Alisa sta seguendo l’andamento di quanto sta accadendo sul territorio attraverso gli uffici di igiene e il 118. E’ importante ribadire che tutti i cittadini devono fare riferimento al 112 la cui centrale è stata implementata con nuovo personale ed ora i tempi di risposta sono di 4 secondi di media. Stamani Alisa ha inoltrato ai medici di famiglia e ai pediatri la circolare per ribadire le regole principali per la presa in carico dei pazienti che non devono recarsi negli studi medici e ai pronto soccorso, ma telefonare al 112. Per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuale, cioè le mascherine Regione Liguria ha ricevuto la garanzia dal ministero sull’arrivo di un nuovo stock e nessuno resterà sprovvisto”.  

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium