/ Attualità

Attualità | 02 marzo 2020, 13:38

Post shock contro milanesi e torinesi sulle pagine Facebook dedicate a Riva e San Lorenzo, arrivano le scuse degli autori

I post sono stati rimossi poco dopo la pubblicazione del nostro articolo che conteneva la dura condanna dei due sindaci. "Non c’era nessuna intenzione di mettere in cattiva luce il territorio che invece amiamo", scrivono gli admin delle due pagine

Post shock contro milanesi e torinesi sulle pagine Facebook dedicate a Riva e San Lorenzo, arrivano le scuse degli autori

Arrivano le scuse pubbliche da parte dei gestori delle pagine Facebook dedicate a San Lorenzo al Mare e a Riva Ligure, dove questa mattina era comparsa una filastrocca che invitava i cittadini provenienti da Milano e Torino a non recarsi nelle due località della riviera ligure.

I post sono stati rimossi poco dopo la pubblicazione del nostro articolo che conteneva la dura condanna dei due sindaci di Riva e San Lorenzo Giorgio Giuffra e Paolo Tornatore, quest’ultimo aveva anche annunciato querela nei confronti dell'autore del post.

Gentile redazione

In seguito al vostro articolo sul nostro post sulle pagine Facebook di Riva Ligure e San Lorenzo abbiamo provveduto a eliminare il post in oggetto e vi chiedo di pubblicare quanto segue. In nome e per conto di noi admin della pagina.

In merito al post pubblicato sulla pagina Facebook questa mattina chiediamo scusa agli amministratori locali, a tutti i turisti che ci scelgono per le loro vacanze e a tutti coloro che non hanno gradito il post. Non c’era nessuna intenzione di mettere in cattiva luce il territorio che invece amiamo così come teniamo allo sviluppo turistico della nostra Liguria. Il post in oggetto è fatto per fare dell’ironia per sdrammatizzare questo momento difficile ma non ci siamo resi conto che fosse fuori luogo e che le persone lo prendessero così male.

Vi chiedo la cortesia di restare anonimo”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium