/ Cronaca

Cronaca | 12 marzo 2020, 11:36

Imperia: il dirigente comunale Ilvo Calzia è stato condannato a risarcire 285mila euro al comune

Se da un lato ha fatto causa al comune di Imperia, chiedendo il risarcimento degli stipendi non ricevuti durante la sospensione dal servizio, dall'altro la corte l'ha condannato a risarcire lo stesso ente

Imperia: il dirigente comunale Ilvo Calzia è stato condannato a risarcire 285mila euro al comune

Se da un lato ha fatto causa al comune di Imperia, chiedendo il risarcimento degli stipendi non ricevuti durante la sospensione dal servizio perché imputato – e poi assolto con formula piena – nel processo sul porto turistico, dall’altro lato,  l'architetto Ilvo Calzia, sindaco di Pontedassio e dirigente comunale a Imperia, è stato condannato dalla corte dei conti a risarcire lo stesso comune per 285mila euro.

La sentenza è stata depositata ieri, e come anticipa Repubblica riguarda alcuni incarichi professionali che Calzia avrebbe svolto all’insaputa del Comune tra il 1997 e il 2010. La contestazione risale al 2011, a farla è stata la guardia di finanza che aveva controllato le dichiarazioni dei redditi di Calzia e altri dirigenti comunali.

Per la corte, Calzia avrebbe agito all’insaputa del comune di Imperia, “volutamente, non ha richiesto l’autorizzazione allo svolgimento degli incarichi, confidando sull’impossibilità dell’Amministrazione di venirne altresì a conoscenza”, si legge nella sentenza.

L’avvocato di Calzia, Roberto Trevia, annuncia ricorso in appello. “Il fatto è inequivocabilmente prescritto, impugneremo la sentenza perché non è conforme alla realtà dei fatti e degli atti”, spiega l’avvocato.

La cifra richiesta sarebbe già nelle casse del comune di Imperia. L’ente avrebbe infatti trattenuto il denaro nel 2015, quando Calzia rientrò dalla sospensione dopo l’assoluzione in primo grado.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium