/ Solidarietà

Solidarietà | 24 marzo 2020, 14:17

Imperia: dall'associazione 'A Piccoli passi' una donazione per il reparto di pediatria dell'ospedale

Inoltre, lo spettacolo che avrebbe dovuto svolgersi il 2 aprile al Casinò di Sanremo, è stato rimandato a causa dell'emergenza Coronavirus, ma, appena possibile verrà proposto al pubblico

Imperia: dall'associazione 'A Piccoli passi' una donazione per il reparto di pediatria dell'ospedale

L'associazione 'A Piccoli passi' di Imperia, che è nata per dedicarsi alle difficoltà che il disturbo dello spettro autistico comporta ogni giorno, ha ideato e portato a termine un progetto di grande altruismo.

Nei mesi scorsi sono stati realizzati e venduti alcuni calendari dell'associazione: parte del ricavato è stato destinato a una donazione per il reparto di pediatria di Imperia. Nei giorni scorsi Cristina, socia di 'A Piccoli Passi' e infermiera nello stesso ospedale, ha potuto consegnare di persona il materiale acquistato direttamente al Primario.

Si tratta di 6 fonendoscopi e 1 otoscopio, richiesti proprio dal reparto: il primario ha ringraziato l'associazione, che si è spesa tante volte per aiutare i bambini e che continua il suo impegno quotidiano.

Il prossimo 2 aprile, la giornata mondiale dedicata all'autismo, sarebbe dovuto andare in scena presso il Teatro del Casinò di Sanremo uno speciale spettacolo dell'Associazione 'A Piccoli Passi'. Il progetto, dal titolo TAKIWATANGA, ideato e creato dal gruppo teatrale 'Bacia il rospo' e che racconta la storia di Jacopo, un bimbo, poi un adolescente ed infine un uomo, unico nella sua splendida diversità. L’autismo per alcuni lo ha reso strano, per altri diverso, per qualcuno speciale.

Lo spettacolo, che vede il supporto del Comitato San Giovanni di Imperia, è stato rimandato a causa dell'emergenza Coronavirus, ma, appena possibile verrà proposto al pubblico. L’intero ricavato sarà devoluto all’Associazione 'A Piccoli Passi' e già da ora la presidentessa Monica ringrazia tutte le persone e gli enti che hanno contribuito e continueranno a farlo e il Casinò, che metterà a disposizione il teatro gratuitamente per lo spettacolo: “Un abbraccio a tutti coloro che hanno disabili in famiglia, per noi la situazione è ancora più complicata da gestire perché i bimbi hanno dovuto interrompere le terapie estremamente necessarie per loro, ma ci riprenderemo più forti di prima”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium