/ Cronaca

Cronaca | 05 aprile 2020, 18:07

Imperia, peschereccio affondato a Porto Maurizio: al momento si escludono ipotesi dolose

L'imbarcazione, lunga 13 metri, è stata messa in sicurezza dagli uomini della Capitaneria di Porto che hanno scongiurato la fuoriuscita del carburante. Sull'episodio verrà avviata un'inchiesta amministrativa per stabilirne le cause

Imperia, peschereccio affondato a Porto Maurizio: al momento si escludono ipotesi dolose

Sono al vaglio della Guardia Costiera di Imperia le cause che oggi pomeriggio hanno determinato l'affondamento di un peschereccio a Porto Maurizio. Dai primi accertamenti effettuati dai militari al momento vengono escluse cause dolose.

Nel primo pomeriggio i militari, agli ordini del comandante della Capitaneria di porto di Imperia Giuseppe Semeraro, hanno subito notato che l'imbarcazione, lunga circa 13 metri, stava per affondare nello specchio acqueo antistante la banchina della passeggiata a mare. L'intervento, compiuto da otto uomini, è stato immediato per evitare non solo che il peschereccio affondasse, ma anche che si potessero registrare danni all'ambiente marino a causa della fuoriuscita di carburante. Circostanza che non si è verificata. 

Contemporaneamente è stato avvisato il comandante dell'imbarcazione che è giunto sul posto. Gli uomini della Guardia Costiera sono riusciti quindi a mettere in sicurezza sia l'ambiente che il peschereccio il quale è rimasto adagiato sul fianco sinistro e prossimamente sarà recuperato definitivamente. Per prevenire un possibile danno ambientale i militari hanno proceduto a posizionare dei pesi galleggianti "assorbenti" in modo da contenere, eventualmente, una possibile fuoriuscita di gasolio. 

Dall'episodio comunque verrà avviata un'inchiesta amministrativa tesa ad accertare le esatte dinamiche, le circostanze e le cause che hanno originato il semi affondamento dell'unità da pesca che, però al momento non paventano un danno provato da parte di terzi. 

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium