/ Economia

Economia | 08 aprile 2020, 07:00

Quali sono i settori che garantiscono consegne online ai tempi del Coronavirus

Certo il problema non riguarda solo l’Italia, e anzi si è esteso a quasi tutto il mondo

Quali sono i settori che garantiscono consegne online ai tempi del Coronavirus

Uno scenario che sembra provenire da un film, e che invece è reale: è questa la situazione in cui la popolazione italiana si ritrova a vivere da ormai quasi un mese. Certo il problema non riguarda solo l’Italia, e anzi si è esteso a quasi tutto il mondo, ma è stata proprio la Penisola la prima nazione europea a prendere provvedimenti. La pandemia di Coronavirus ha costretto tutti i cittadini nelle proprie abitazioni, per ordine del decreto “io resto a casa” volto a fermarne la diffusione e il contagio, ma non solo.

Già, perché la reclusione forzata è solo uno dei tanti aspetti che questo virus ha portato con sé. Le conseguenze di questa situazione si sono riversate su un numero incredibile di settori, ed hanno letteralmente stravolto la quotidianità della comunità. Un esempio su tutti è rappresentato dalle modalità con cui viene fatta la spesa: una sola persona per famiglia, con le protezioni, che segue code che sembrano non finire mai. Oppure, online. Ma quali sono i settori che garantiscono consegne online anche in questi tempi?

Tutte le attività con consegne online

Effettivamente, sono parecchie quelle attività che hanno continuato a mantenere il servizio di consegna online, pur avendo magari dovuto affrontare una chiusura dell’ambiente di lavoro fisica. Oppure, anche, che hanno mutato la propria natura per adattarsi al periodo in corso. Primo fra tutti è sicuramente il settore alimentare, con i supermercati a fare da padroni: nella maggior parte dei casi era già presente in precedenza la possibilità di svolgere e ordinare la spesa online a domicilio, ma questa opzione è stata rafforzata e implementata.

Questo per garantire una maggiore sicurezza a quei cittadini che, per varie ragioni, non vogliano allontanarsi dalla propria abitazione pur avendo ovviamente necessità di mangiare. Ma anche per tutta una serie di categorie di cittadini, come per esempio molti anziani, che necessitano delle provviste ma non hanno la possibilità di fare le spesa autonomamente. Da non dimenticare in questo settore anche i semplici negozi di alimentari, che in alcuni casi hanno introdotto il servizio di consegne online.

C’è poi tutto il settore legato agli acquisti materiali, con piattaforme apposite sulle quali è possibile comprare davvero di tutto. Anche in questo caso il servizio è tendenzialmente rimasto immutato rispetto alla situazione precedente alla quarantena, ma comunque è stata garantita la continuità: il servizio di distribuzione non è stato sospeso.

Esistono poi tutta una serie di attività autonome, che magari non fanno parte del medesimo settore e che non vengono beni di primaria necessità, che hanno però deciso di mantenere invariato il proprio servizio di consegna online. Un esempio calzante in questo senso è la vendita di cannabis legale perpetrata da Cbdmania.

Il light shop online ha infatti lasciato aperta la vendita di canapa legale ed ha continuato a distribuirla alla propria clientela, a patto ovviamente che questa sia maggiorenne. Specificando sul proprio sito che le spedizioni, pur restando regolari, si stanno svolgendo nel rispetto delle norme per l’emergenza in atto che per questo motivo potrebbero quindi verificarsi talvolta alcuni ritardi di consegna.

Ma si tratta di un’attività che fornisce un esempio brillante in un periodo come questo: chiunque, sopra i 18 anni, fosse interessato ad acquistare marijuana light – priva di effetti “droganti” poiché con principio attivo THC al massimo allo 0,5% - potrebbe fare riferimento a questa attività, anche in questa situazione delicata.

La sicurezza sempre al primo posto

Vale sempre la pena ricordare che, anche in scenari come quello attuale, purtroppo non mancano i tentativi di truffa online che anzi sembrano aumentare. Nel caso in cui un sito, a differenza di Cbdmania, non ci sembrasse affidabile o legale, sarebbe possibile trovare utili indicazioni su come acquistare online in sicurezza anche sul sito della Polizia Postale.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium