/ Cronaca

Cronaca | 14 aprile 2020, 07:11

Pasqua, Pasquetta e Coronavirus: trascorsa la festa tracciamo un bilancio da dimenticare, sperando nel futuro (Foto)

‘Sarà tutto diverso’: ce lo dicono da tempo. E, come nel resto del mondo, sarà così anche nella nostra provincia. L’unica speranza è che il prossimo anno, il martedì dopo Pasqua, ci sarà la possibilità di scrivere che… c’era tanta gente sulle spiagge, che i bar ed i ristoranti erano i pieni e che, tutti vaccinati siamo tornati a vivere… normalmente.

Pasqua, Pasquetta e Coronavirus: trascorsa la festa tracciamo un bilancio da dimenticare, sperando nel futuro (Foto)

La Pasqua, la Pasquetta, i classici riti religiosi e le abitudini del weekend molto conosciuto per essere trascorso ‘con chi vuoi’, sono transitati lentamente quest’anno, una stagione diversa dettata dai 'tempi del Coronavirus'.

Senza quel maledetto virus che ci sta segnando la vita di tutti i giorni da febbraio, oggi saremmo qui a tracciare consuntivi per il weekend pasquale: il turismo, il commercio, il numero di villeggianti presenti sulla riviera di ponente e la sua ricaduta economica sul territori. Niente di tutto questo, purtroppo. Il Covid-19 e le giste disposizioni imposte ovunque, hanno stracciato via tutto: prenotazioni, vacanze, gite fuori porta, voli in Italia o all’estero.

La Pasqua, come viene solitamente vissuta, è stata totalmente diversa. Ci si è organizzati a casa: chi ha potuto ha acceso il barbecue sul terrazzo e non è mancata la carne alla griglia. Altri hanno fatto quanto potuto tra le mura domestiche: domenica e ieri non sono mancate, fortunatamente, alcune prelibatezze da mettere a tavola. Ma, sicuramente, per molti è mancato il vero clima di festa.

Vedere le strade deserte (nelle immagini di Tonino Bonomo ed Eugenio Conte la situazione tra Sanremo, Bordighera e Vallecrosia) tranne che per qualche coda sabato al supermercato, fa decisamente male al cuore. Sull'autostrada girano solo i camion (e per fortuna, altrimenti addio approvvigionamenti). Ristoranti e bar chiusi in un fine settimana da sogno sul piano meteorologico non si possono vedere. E le spiagge: senza il ‘lock down’, ne siamo certi, sarebbero state stracolme ed avremo avuto un weekend pasquale da record.

Niente di tutto questo, invece. C’è chi sta peggio, però, non dimentichiamolo. C’è chi con il Covid-19 non ha passato una buona Pasqua perché ha perso parenti ed amici cari e non ha pensato certamente a spiagge e strade deserte ed a negozi chiusi o viaggi non fatti in località più o meno esotiche. E c’è chi invece ha lavorato in questo weekend, senza risparmiarsi: sono medici, infermieri ed oss che forse sono i più abituati ai turni anche festivi. Ma quest’anno no, quest’anno è diverso. Sono arrivati dolci, uova e colombe per alleviare la sofferenza di chi vede soffrire. Ma è un momento, un soffio di vento veloce, perché poi si torna in corsia a lottare contro quel ‘maledetto’.

Dopo gli ultimi discorsi di Conte e Macron, dopo i decreti che fanno riaprire qualcosa, dopo un lieve miglioramento dei ‘numeri’, vediamo la luce (ma sarebbe meglio chiamarla un lumicino) in fondo al tunnel. Ora ci siamo dati maggio come scadenza: in Italia il 4 ed in Francia l’11, ma sono date che potrebbero essere ulteriormente procrastinate.

E poi le conferme che ‘non sarà più come prima’: passeremo un’estate con mascherina e guanti di lattice se vorremo uscire. Quando riapriranno bar, ristoranti e locali in genere scordiamoci di sedere vicini, stipati uno sopra l’altro come prima. Ci saranno regole diverse, ovviamente se vorremmo sconfiggere il virus.

‘Sarà tutto diverso’: ce lo dicono da tempo. E, come nel resto del mondo, sarà così anche nella nostra provincia. L’unica speranza è che il prossimo anno, il martedì dopo Pasqua, ci sarà la possibilità di scrivere che… c’era tanta gente sulle spiagge, che i bar ed i ristoranti erano i pieni e che, tutti vaccinati siamo tornati a vivere… normalmente.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium