/ Politica

Politica | 15 aprile 2020, 19:25

Coronavirus, Toti: “Calano i numeri dei casi e dei ricoverati, i dati confermano un lento costante miglioramento” (Video)

Viale: “3.560 tamponi sul personale sanitario, c'è una positività del 2,72%”

Coronavirus, Toti: “Calano i numeri dei casi e dei ricoverati, i dati confermano un lento costante miglioramento” (Video)

Dopo la pubblicazione dei dati odierni, si è tenuto in serata l’ormai consueto punto stampa di Regione Liguria per l’analisi del momento e delle misure adottate per contrastare l’epidemia.

Ad aprire gli interventi il governatore Giovanni Toti. “Calano sia il numero di casi totali che i ricoverati in ospedale e in terapia intensiva, è segno che le curve stanno scendendo e c’è un regresso dell’infezione - ha dichiarato Toti - i numeri segnano un costante, lento miglioramento su tutti i parametri”.

Sono arrivati 8 medici che andranno a dare supporto nelle RSA che hanno bisogno di essere supportate - ha proseguito Sonia Viale, assessore alla Sanità - avviata una attività di supporto con personale specializzato, ci sarà un focus particolare sulle attività fatte nelle varie aree per fare delle azioni mirate con il coordinamento di Alisa”.

Abbiamo effettuato 3.560 tamponi sul personale sanitario - ha poi aggiunto Viale - e su questi abbiamo una positività nel 2,72% dei casi”.

La conferenza stampa di Regione Liguria

 

La nota di Regione Liguria

“Sono 21 in meno di ieri i ricoverati per coronavirus negli ospedali liguri, di cui 120 in terapia intensiva, cioè 13 meno di ieri, al domicilio ci sono 19 persone più di ieri e clinicamente guariti con due test negativi sono 607 cioè 76 più di ieri. Purtroppo i deceduti sono 14. Le curve stanno scendendo secondo una tendenza calcolata dai nostri tecnici: i numeri segnalano un lento, ma costante miglioramento di tutti i parametri con cui stiamo monitorando l’evoluzione del virus; i casi totali, i ricoverati in ospedale e in terapia intensiva”. Lo ha detto questa sera il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, facendo il punto sull’emergenza coronavirus.

Incontro con le categorie produttive
Oggi in Regione si è svolta la video conferenza voluta dal presidente Toti con le categorie economiche, gli ordini professionali, l’Università, le Camere di Commercio, le Autorità Portuali per un primo e ampio confronto su tutte le misure necessarie per passare alla fase 2. “Salvo una diversa determinazione del Governo centrale – ha ribadito Toti - non possiamo permetterci di arrivare non preparati alla fase 2. Vogliamo istituire un tavolo tecnico incardinato nella task force scientifica di ALISA allargato ai professionisti di altri Enti: Camere di Commercio, IIT, oltre a Regione Liguria. Nelle prossime ore stabiliremo la composizione del tavolo che avrà il compito di ragionare su una serie di buone pratiche da applicare ai settori che riapriranno. E’ chiaro che la riapertura del mondo economico porterà con sé la necessità di adeguare le modalità di uscita da casa nella massima sicurezza possibile”.

RSA
Continua intanto, ha detto il presidente, il monitoraggio delle residenze sanitarie assistenziali e anche la distribuzione delle mascherine a tutti i cittadini. E’ prevista la consegna di circa 100.000 mascherine al giorno più quelle che saranno consegnate dai sindaci ai Comuni sotto i 2000 abitanti, per arrivare il più capillarmente possibile a tutte famiglie liguri. Poi altre ne verranno distribuite attraverso la rete delle farmacie e delle edicole.

Assessore alla sanità Sonia Viale:
“Sono arrivati oggi – ha detto l’assessore - 8 medici dalla Protezione civile nazionale per supportare le RSA. E sempre oggi il presidente Toti ha firmato un’ordinanza per proseguire nelle azioni già attivate con le residenze sanitarie e che vengono ulteriormente implementate per preservare le RSA Covid free che sono il 60% delle residenze del territorio e circoscrivere i casi complessi. Un’attenzione particolare sarà riservata all’area metropolitana e al levante. Il tutto attraverso la supervisione del geriatra Ernesto Pallumeri. In questo contesto i test sierologici che la nostra regione ha avviato tra le prime, potranno costituire un ulteriore supporto”.

Tamponi sul personale sanitario
“Sono 3560 i tamponi effettuati fino ad oggi sul personale sanitario – ha detto Viale – tra medici, infermieri e operatori socio-sanitari, dai quali risulta che il 2,72% sono positivi. Si tratta di un numero ancora da valutare nel totale e che si accompagna a una serie di misure che sono state assunte rispetto al personale e alla popolazione”.

Incontro con le categorie produttive
“Il lavoro di Alisa insieme a tutte le categorie produttive ha avuto un’ accoglienza positiva – ha sottolineato Viale – sono state rappresentate tutte le criticità e esplicitate tutte le ipotesi da parte del mondo economico- produttivo affinché vengano assunte tutte le misure per ridurre il più possibile il contagio. Con l’obiettivo di conciliare il rispetto dei lavoratori e le esigenze di poter passare ad una fase 2”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium