/ Solidarietà

Solidarietà | 15 aprile 2020, 12:04

Emergenza Coronavirus: a Riva Ligure bilancio sul piano straordinario di aiuti per le famiglie, Giuffra "Ora dobbiamo pensare a maggio"

Sono 581 le famiglie di Riva Ligure aiutate in questo periodo di emergenza Coronavirus grazie anche alle misure straordinarie disposte dall'amministrazione comunale per le famiglie con figli minori o con anziani over 65.

Sono 581 le famiglie di Riva Ligure aiutate in questo periodo di emergenza Coronavirus. Sono i dati che emergono dalla prima settimana di distribuzione dei bonus alimentari oltre alle misure straordinarie adottate dall'amministrazione del sindaco Giorgio Giuffra.

Il bilancio è chiaro: 463 pacchi spesa ad altrettanti nuclei familiari; 118 i buoni spesa (da 70, 120 e 170 euro) assegnati a famiglie con uno o più minori, per un totale di un investimento superiore ai 10mila euro.

Il sindaco Giuffra aveva detto che la scelta di adottare questi ulteriori misure di salvaguardia per le famiglie colpite dalla crisi era giustificata dalla volontà di non lasciare indietro nessuno. A distanza di 6 giorni il primo cittadino conferma: “Si è rivelata vincente la scelta di mettere tutti, nella condizione di poter usufruire della rete di solidarietà alimentare. Un aiuto concreto soprattutto verso chi per dignità non avrebbe avuto la forza di chiedere”.

“Tutti hanno fatto la propria parte, i cittadini si sono dimostrati responsabili sia rispettando le misure contro la diffusione del contagio che per quanto riguarda l’uso delle risorse d'aiuto destinate a chi realmente ne ha bisogno. Adesso, a prescindere da quello che farà il Governo, dovremo farci trovare pronti per ripetere l’iniziativa il prossimo mese. La crisi, purtroppo, non è alle spalle e - lo ripeterò all’infinito - nessuno deve rimanere indietro. Oggi come domani”.

Gli aiuti hanno visto l'impegno anche di numerosi attori. Un lavoro di concerto portato avanti senza sosta, dal comandante della polizia municipale Giuseppe Marsiglia, insieme all'ufficio Anagrafe, ai Servizi Sociali e soprattutto con i tanti volontari della Protezione Civile Valle Argentina Armea che sotto il coordinamento di Francesca Parisi hanno proceduto alla consegna degli aiuti alle famiglie.

“L’operato di ognuna di queste componenti è stato un gesto di attaccamento autentico a quello che conta davvero. Guardando a loro che si sono impegnati nell’opera di soccorso mi sento orgoglioso, ancora una volta, ancora di più, di essere italiano e di guidare questa meravigliosa comunità” - conclude Giuffra.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium