/ Attualità

Attualità | 08 maggio 2020, 07:14

Coronavirus, Diano San Pietro: l'appello al governatore Toti di una madre disperata che non riesce a pagare l'affitto

La donna, residente nel dianese da oltre quattro anni, si rivolge al governatore affinchè aiuti le famiglie in difficoltà a causa dell'emergenza sanitaria. "Senza lavoro è impossibile andare avanti -dice- la Regione attivi i fondi"

Coronavirus, Diano San Pietro: l'appello al governatore Toti di una madre disperata che non riesce a pagare l'affitto

È un appello disperato quello che una donna, originaria della Romania ma residente a Diano San Pietro rivolge tramite la nostra testata al presidente della Giunta regionale Giovanni Toti. Un appello che mette in luce non solo la sua tragica situazione, ma anche quella di tanti cittadini che si trovano in questa condizione: senza lavoro a causa dell'emergenza coronavirus e con l'affitto da pagare. La donna è arrivata dalla Romania oltre dieci anni fa. Prima ha lavorato a Termini Imerese, in provincia di Palermo, per poi giungere nel dianese quattro anni e 4 mesi fa. Un tempo per le Istituzioni non sufficiente a godere dei benefici del "fondo affitti", riservato solo per chi è residente da più tempo.

"Ho tre figli- ci spiega la donna- uno di 18 anni e due di 12 anni. Mio marito lavora in campagna saltuariamente e in questo momento non sta prestando servizio per via della crisi che stiamo vivendo. Lavoro come parrucchiera e sono a casa dall'undici marzo,  quindi non percepisco più il mio stipendio. Al momento ho ricevuto dal comune solo quattro buoni spesa da 75 euro, ma essendo in cinque in casa queste risorse non sono sufficienti. Devo pagare un affitto- continua- di 380 euro e non riusciamo a sostenere questa somma. Per questo chiedo al presidente Toti che intervenga a sostegno di chi è in difficoltà come me". Al momento non si sa quando i parrucchieri potranno riaprire. Il Governo mantiene fissa la data del primo giugno, anche se la Regione spinge per far ripartire le attività il 18 maggio. Al momento nulla è certo, tranne l'affitto che ogni mese questa donna deve saldare.

"Presidente faccia qualcosa, chiede la donna, aiutaci a pagare l'affitto e anche a poter effettuare la spesa per i generi alimentari". È stato ieri l'assessore all'Urbanistica, Pianificazione territoriale ed Edilizia, Marco Scajola, ad annunciare che nei provvedimenti regionali che prevedono lo stanziamento di 100 milioni di euro per fronteggiare l'emergenza, uno riguarda proprio l'aiuto alle famiglie per gli affitti. Si tratta di due milioni di euro di fondi rivolti ai comuni ad alta tensione abitativa per sostenere gli affittuari in difficoltà. Per tutti gli altri comuni invece, la Giunta garantisce che entro luglio saranno stanziati altri finanziamenti. Più di due mesi quindi che gravano, però sulle spalle di tanti cittadini che a fine mese non riescono ad arrivarci.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium