/ Cronaca

Cronaca | 18 maggio 2020, 14:38

Coronavirus: Diano Marina, domani torna il mercato del martedì. Il sindaco Chiappori firma l’ordinanza di riapertura

Il primo cittadino inoltre, ha anche autorizzato a partire da mercoledì la possibilità di recarsi presso i cimiteri cittadini: è obbligatorio osservare le disposizioni anti-contagio

Giacomo Chiappori

Giacomo Chiappori

Il sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori, ha emanato un’ordinanza in cui consente la riapertura, a partire dalla mezzanotte di  mercoledì, al pubblico dei cimiteri situati sul territorio comunale. Dal lunedì  alla domenica sarà possibile recarsi la mattina dalle ore 8,00 alle ore 12,00 mentre il pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 18,00. In particolare al cimitero cittadini potranno essere presenti contemporaneamente  massimo 20 persone mentre nei cimiteri delle frazioni l’accesso è consentito solo a cinque persone in contemporanea.
ciascun Cimitero. All’interno dei cimiteri,  e già nella fase di attesa in coda per accedere agli stessi, devono essere ottemperate tutte le disposizioni della normativa vigente in materia di emergenza coronavirus, comprese le indicazioni in materia igienico sanitaria del Ministero della Salute e dell'Istituto Superiore della Sanità ed in particolare occorrerà evitare qualunque assembramento, mantenere la distanza sociale, utilizzare mascherine e guanti monouso.
“L'inosservanza alle disposizioni della presente ordinanza- riporta l’atto a firma del primo cittadino- è punita, salvo che il fatto non costituisca reato, con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400,00 euro a 3 mila euro.

Domani invece, sempre nella città degli aranci, riprende il mercato del martedì. Sempre il sindaco Chiappori ha firmato un’altra ordinanza che prevede la riapertura. Si potranno vendere tutte le merci ad esclusione degli abiti usati. Fino al 31 luglio dovrà osservarsi il mantenimento della distanza minima, tra un banco e l’altro, prevista nella collocazione del mercato, con chiusura con nastro dei relativi corridoi la distanza di almeno un metro. Vige l’obbligo del mantenimento di almeno un metro di distanza sociale tra operatori e clienti e fra clienti e anche l’obbligo per ogni titolare di concessione di segnare a terra- con gesso non indelebile – davanti al proprio banco, nel rispetto della distanza sociale due/tre segni indicativi – di un metro – destinati all’attesa degli avventori di essere serviti, distanziati di almeno un metro dai due lati del proprio posteggio. C’è sempre l’obbligo di indossare mascherina protettiva e guanti per gli operatori e l’obbligo di mascherina per i clienti. Gli ambulanti poi, dovranno mettere a disposizione della clientela un contenitore di disinfettante per le mani,  esporre un cartello, presso ogni banco, ben visibile con le prescrizioni dell’ordinanza.

Per le attività con maggiore afflusso vi è l’obbligo di mettere a disposizione della clientela un distributore di ticket elimina code nonché è obbligatorio per ogni operatore mercatale di evitare assembramenti in ogni modo nell’area antistante la propria attività commerciale, segnalando all’organo di vigilanza eventuali criticità. I clienti hanno il divieto di toccare qualsiasi tipo di merce esposta che potrà essere manipolata unicamente dagli operatori e l’obbligo di corretto utilizzo dei guanti da parte degli operatori nel maneggio della merce. Vige anche l’obbligo di posizionamento nell’area del mercato di cartelli almeno in lingua italiana e inglese per informare la clientela sui corretti comportamenti.

Le due ordinanze scaricabili QUI e QUI.

Angela Panzera

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium