/ Attualità

Attualità | 21 maggio 2020, 09:10

Dopo il lock down a breve riaprono le frontiere: Confesercenti “Abbiamo bisogno come il pane di essere invasi dai cugini d’Oltrape”

Il lockdown ha fatto emergere, con la sua triste realtà, l’importanza per le nostre aziende del turismo francese e della sua importanza in termini economici.

Dopo il lock down a breve riaprono le frontiere: Confesercenti “Abbiamo bisogno come il pane di essere invasi dai cugini d’Oltrape”

“Il 3 giugno riaprono le frontiere e finalmente il nostro Ponente ligure potrà essere di nuovo una delle mete preferite di tanti turisti europei. Potremmo rivedere le nostre città invase di turisti francesi, tedeschi, svizzeri e di tante altre nazionalità”.

Interviene in questo modo la Confesercenti provinciale, in attesa di rivedere i turisti nella nostra provincia. “Ritorneranno ad assaporare i nostri prodotti di eccellenza, a fare shopping nelle nostre botteghe, nei nostri mercati ambulanti, a correre nelle nostre piste ciclabili. Potranno di nuovo prenotare nelle nostre strutture turistiche e pranzare nei nostri ristoranti. Siamo un territorio di frontiera, siamo una meta tra le preferite in particolare dagli amici francesi”.

Il lockdown ha fatto emergere, con la sua triste realtà, l’importanza per le nostre aziende del turismo francese e della sua importanza in termini economici. Confesercenti riafferma la necessità di aumentare la promozione turistica dei nostri territori nella vicina Francia utilizzando una parte dei fondi della tassa di soggiorno del 2019 dei diversi Comuni della nostra Provincia ed incentivare le iniziative di accoglienza dei cittadini francesi nelle nostre città , coinvolgendo la nostra rete commerciale.

“Abbiamo bisogno come il pane di essere invasi dai cugini d’Oltrape”.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium