/ Economia

Economia | 30 maggio 2020, 10:52

L’innovazione non arriva attraverso la burocrazia, ma sempre grazie alle persone smart

Una società che premia creatività ed innovazione applicate ad un abito di moda stampato in 3D, ad un ettaro di terra coltivato con una resa maggiore del 20% grazie a sensori oppure ad un microchip sottocutaneo per salvare vite, ha capito dove investire per ricreare fiducia nel futuro.

L’innovazione non arriva attraverso la burocrazia, ma sempre grazie alle persone smart

La pandemia con cui abbiamo fatto i conti negli ultimi 100 giorni ha confermato che l’innovazione non è mai arrivata attraverso la burocrazia, ma sempre attraverso le persone. Persone con nome e cognome, con la voglia di sperimentare, sbagliare ed andare oltre quella zona di confort di un Sistema-Paese che negli ultimi 10 anni non ha effettuato nessun investimento per creare una società più digitale, più semplice e più umana. Si, più umana perché dietro l’algoritmo capace di diagnosticare una polmonite da Covid-19 esistono tecnologie, potenza di calcolo e super computer grandi come una scatola di scarpe di uno stilista italiano, ma soprattutto uomini e donne con le loro intelligenze.

Quello stesso concetto latino di intelligentia che gli americani affiancano da sempre a qualsiasi innovazione davvero dirompente per la società: Smart Valley per far vivere i cittadini in perfetta armonia con agricoltura, paesaggio, e-mobility, pianificazione territoriale, turismo, ristorazione ed energie rinnovabili; comunità rurali Smart Village che sviluppano soluzioni intelligenti per affrontare le sfide nei propri territori; Smart Working che lascia autonomia e flessibilità nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti di lavoro nella propria Smart Home dotata di sistemi di Smart Living per ridurre i consumi energetici; Smart Phone, Smart TV che utilizziamo senza più accorgercene e Smart Voice Assistant per accedere alle lezioni organizzate per i nostri figli in Smart Class; Smart Factory capaci di collegare in maniera autonoma il personale con l’ambiente circostante per produrre beni e servizi che poi i cittadini potranno pagare con una semplice transazione Smart Contract via App.

Per non parlare delle famose Smart Cities che in fondo contengono idee intelligenti per rendere la vita più semplice a tutti, cioè una Smart Life per Smart People, senza limiti di età, nazionalità sesso o titolo di studio. È la democrazia degli algoritmi, bellezza!

Innovazione, digitale e tecnologia a portata di mouse sono in realtà pezzi di un puzzle molto più semplice di quanto pensiamo, una vera e propria Smart-Revolution che consente a droni di trasportare organi da un ospedale all’altro o di consegnare vaccini senza pericolo di furto nelle zone più remote dell’Africa, a T-Shirt Made in Italy di effettuare un check-up medico in tempo reale grazie a sensori in fibra ottica oppure a totem urbani di regalare un biglietto della metropolitana gratuito ogni 6 bottiglie di plastica inserite.

Voce del verbo conoscere e semplificare. Perché tutti noi oggi vogliamo semplicemente accedere da un unico portale alle posizioni fiscali, contributive, assicurative, giuridiche e sanitarie personali e - buttando il cuore oltre l’ostacolo - magari anche ottenere con un link i certificati telematici della Pubblica Amministrazione e pagare le tasse con un click.

In realtà sono solo alcune idee magiche diventate patrimonio comune grazie a quei visionari che hanno creduto di poter aggiungere alla quotidianità un pezzetto di DNA alieno in una società che ha assoluto bisogno di trovare un giusto equilibrio tra innovazione e tradizione.

Perchè le parole passano, le azioni restano.

Enrico Molinari

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium