/ Eventi

Eventi | 11 giugno 2020, 17:42

Sui sentieri dell'entroterra ligure di Ponente e sulle Alpi: settimane ricche di escursioni con ‘Monesi Young’ da sabato a mercoledì

Le iniziative sono tante e per tutti i gusti, per aderire bisogna iscriversi ed essere soci di Monesi Young, la quota di partecipazione è di 10 euro (gratuita sino ai 18 anni)

Sui sentieri dell'entroterra ligure di Ponente e sulle Alpi: settimane ricche di escursioni con ‘Monesi Young’ da sabato a mercoledì

L’associazione sportiva, affiliata alla UISP, Monesi Young con le guide ambientali escursionistiche esperte del territorio ha in programma molte escursioni  nel ponente ligure, dove ha la sede e di cui è promotrice da tanti anni. Da questa stagione sono iniziate le camminate per tutti infrasettimanali, dedicate a chi ha tempo libero  e vuole conoscere il territorio in sicurezza con accompagnatori che sappiano unire l’escursione alla scoperta dei borghi. Le iniziative sono tante e per tutti i gusti, per aderire bisogna iscriversi ed essere soci di Monesi Young, la quota di partecipazione è di 10 euro (gratuita sino ai 18 anni) e dotarsi di tutte le misure di sicurezza per ridurre i rischi della diffusione del virus COVID 19, in ottemperanza alle specifiche prescrizioni dell’ordinanza regionale. Il regolamento è scaricabile dal sito www.myben.it 

Sabato 13 giugno – Il sentiero degli Alpini da colla Melosa (Pigna)
Uno dei trekking più affascinanti della Liguria, un itinerario scavato nella roccia a metà del 1930 dagli alpini  e sospeso nel vuoto, non è alla portata di tutti specialmente se si soffre di vertigini, alcuni tratti sono attrezzati con corde fisse. Un itinerario spettacolare, attorno alle pareti calcaree del Monte Pietravecchia e Toraggio. E non scordiamo gli endemismi botanici, caratterizzati dalla coabitazione di specie tipiche del clima mediterraneo e di quello alpino. Difficoltà E – dislivello 500 m. circa – durata 4-5 ore più soste – percorso adatto a chi non soffre di vertigini -  informazioni e prenotazione Marina Caramellino (GAE) 337 1066940

Domenica 14 giugno – Il bosco delle Fate e la Mezzaluna trekking olistico (aria)
Il passo della Mezzaluna, con la sua suggestiva forma è l’ingresso del Parco delle Alpi Liguri, che qui registra il passaggio di alcune delle specie animali più interessanti, il lupo, il gallo forcello, il camoscio, l’aquila e la marmotta. Il valico si trova sulla via Marenca ed è il crocevia tra valle Argentina e Arroscia. Questi sono i luoghi dove si svolse la famosa battaglia del Montegrande che segnò la fine dell’accerchiamento dei partigiani, riparati nei boschi circostanti. Difficoltà E – dislivello 250 m. circa – durata 4 ore più soste – informazioni e prenotazione Barbara Campanini (GAE) 346 7944194

Domenica 14 giugno  - E-Bike esercitazione sui sentieri della Baia del Sole
Una giornata dedicata alla tecnica di guida sia in salita sia in discesa sul territorio della Baia del Sole. Strade bianche, single track, salite, discese. Il bellissimo territorio tra Alassio e Laigueglia offre la possibilità di imparare senza allontanarsi troppo. Possibilità di noleggio e-bike a prezzo convenzionato. Sterrato e strade bianche  Informazioni e prenotazione Gianluca Rattenni – 333 1296116

Lunedì 15 giugno – Dove si coltivava la lavanda Pietrabruna – Monte Follia
L’entroterra circondato da monti spesso sconosciuti, il Monte Follia è caratteristico, con i resti di un castellaro (non si vedono) ma la sua vetta è formata da una calotta circondata da un anello pianeggiante. Lo si raggiunge con un sentiero che nei primi tratti è limitrofo ad uliveti, per poi lasciare spazio a boschi di roverelle e infine a tanti terrazzamenti dove un tempo si coltivava la famosa lavanda di Pietrabruna. Difficoltà T adatto a tutti – dislivello 640 m. – durata 4,30 ore più soste – Informazioni e prenotazione Marina Caramellino (guida GAE) 337 1066940

Mercoledì 17 giugno – l’anello di Costarainera e Lingueglietta crepuscolare
L’antico borgo della Costa dei Raineri, per mulattiere e sterrate saliremo a Lingueglietta, altro borgo suggestivo e molto importante perché sede dei conti di Lengueglia, fra fasce di ginestre e macchia mediterranea con il panorama sul mare che ci lascia sempre a bocca aperta. La chiesa di Sant’Antonio del secolo XII secolo che guarda il mare e l’entroterra con l’ampia mulattiera da cui saliremo e scenderemo nella nostra escursione pomeridiana. Difficoltà T  adatta a tutti – Dislivello m. 300 circa – durata 3 ore comprese le soste – Informazioni e prenotazione Marina Caramellino (guida GAE) 337 1066940

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium