/ Politica

Politica | 16 giugno 2020, 07:11

Imperia: Claudio Scajola sull'ex Sairo: "Un obbrobrio responsabile di un disastro ambientale"

Lo ha detto il sindaco ieri a margine della conferenza stampa di presentazione di Ineja. "Non ha nulla di interesse archeologico"

Imperia: Claudio Scajola sull'ex Sairo: "Un obbrobrio responsabile di un disastro ambientale"

La Sairo non ha nulla di interesse archeologico, è un obbrobrio responsabile di un disastro ambientale per la vocazione turistica della città, andrebbe abbattuta”. Sono parole del sindaco di Imperia Claudio Scajola. Le ha dette ieri in un breve intervento a margine della conferenza stampa della presentazione di Ineja.

Il sindaco ha iniziato il discorso partendo dal clima di della città, reso celebre da un'inchiesta del Sole 24 Ore che lo classifica come il migliore d'Italia. Scajola ha poi virato la discussione su alcuni immobili in stato di abbandono, concentrandosi sulla storica fabbrica il cui rudere si trova ancora oggi sul lungomare Vespucci.

La scorsa amministrazione, guidata dal sindaco Carlo Capacci aveva approvato un progetto per la riqualificazione dello stabile che avrebbe compreso la nascita di una cittadella dello sport finanziata da Imperia Sviluppo attraverso una società di proprietà della famiglia Carli. L'iniziativa si era poi arenata dopo la bocciatura della Sovrintendenza. Un altro stop è arrivato dalla nuova giunta. “Io contesto quel parere perché ritengo non ci sia niente di archeologico nella Sairo”, ha commentato ieri Scajola.

Dalle ultime notizie riguardanti lo stabilimento, sembrerebbe che in quell'area potrebbe sorgere il nuovo comando provinciale dei carabinieri.

Sairo è stata la prima raffineria d'olio in Italia, nata nel 1912. Da diversi anni, l'area industriale in cui si trova è stata inserita tra i luoghi del cuore Fai – Fondo Ambiente Italiano.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium