/ Cronaca

Cronaca | 26 giugno 2020, 15:30

Imperia, vandalizzata nuovamente l'altalena 'inclusiva' al parco urbano: tranciata la cinghia di sicurezza (foto)

In assenza di questa protezione l'intera struttura è a rischio di stabilità. All'interno della recinzione poi c'è anche una copiosa perdita da un tombino: pregiudicata così l'attività ludica di bambini e ragazzi disabili

Imperia, vandalizzata nuovamente l'altalena 'inclusiva' al parco urbano: tranciata la cinghia di sicurezza (foto)

Ancora una volta i diritti delle persone con disabilità calpestati da gesti spregevoli. È stata vandalizzata, nuovamente, l’altalena “inclusiva” presente al parco Urbano. Nello specifico è stata tranciata una cinghia che permetteva alla struttura di non oscillare in modo veloce e quindi garantire la sicurezza dei bambini e dei ragazzi che la usavano. Inoltre, in mancanza di questa cinghia l'intera struttura è a rischio poiché i fermi, oscillando troppo, vanno a sbattere sulla struttura stessa danneggiandola. Nell’agosto scorso l’altalena aveva subito il danneggiamento dei fermi che ne limitavano l’oscillazione. In quel caso un fabbro gratuitamente li ha ripristinati. 

L’atto vandalico risale a qualche giorno fa e di conseguenza per i bambini è impossibile adesso usarla. L’altalena è stata donata dall’associazione “La giraffa a rotelle” che insieme al “Cuore di Martina” ha deciso di installarla proprio al parco urbano. Il danneggiamento quindi pregiudica l’attività ludica dei tanti ragazzi che hanno necessità di trascorrere qualche ora all’aria aperta per trarre un benessere non solo fisico, ma anche psicologico.

Oltre all'atto vandalico c'è da evidenziare che l’area appare degradata. Proprio all’interno del recinto dove è presente l’altalena c’è una copiosa perdita proveniente da un tombino ed inoltre, sulla stessa altalena è presente della ruggine che oltre a impedirne un facile accesso evidenzia un pericolo per la salute dei fruitori.

Angela Panzera

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium