/ Politica

Politica | 27 giugno 2020, 18:19

Strade, interventi per oltre un milione di euro: lavori ad ampio raggio nelle vallate dell’entroterra imperiese

Opere pubbliche anche su vie di collegamento di grande interesse turistico: ripulita la strada che attraversa il bosco di Rezzo, riapertura in vista al Colle del Garezzo. Il Presidente della Procincia Domenico Abbo: «Siamo la Provincia “del fare”, e lo stiamo dimostrando»

Domenico Abbo

Domenico Abbo

«Siamo la Provincia “del fare”, e lo stiamo dimostrando anche per quanto riguarda i lavori di manutenzione e di restyling delle strade danneggiate dalle frane». Con queste parole il Presidente Domenico Abbo sintetizza i numerosi interventi che l’Amministrazione sta compiendo per migliorare le condizioni della rete viaria di sua competenza, ovvero quella delle strade provinciali luingo le vallate, riconoscibili nella cartellonistica dalla sigla Sp.

Complessivamente la spesa è di oltre un milione di euro, finanziata in grandissima parte dal Fondo strategico regionale e dai fondi della Protezione civile, tramite la Regione. Qualche  intervento è stato terminato proprio nei giorni scorsi, come ad esempio quello del ripristino della normale viabilità sulla Sp 14 di Aquila d’Arroscia, riaperta al traffico il 24 giugno dopo lavori per circa 70 mila euro, e quello della pulitura della Sp 17 di Rezzo che attraversa il suggestivo bosco e porta al Passo Teglia e a Molini di Triora (60 mila euro di spesa).

 Tra gli interventi in corso o a brevissima scadenza ci sono anche quelli che riguardano una strada di particolare interesse turistico come quella del Colle del Garezzo (Sp2) che collega San Bernardo di Mendatica al Colle Melosa, interrotta da quattro anni per frana e una delle mete preferite dai bikers. La strada sarà riaperta entro la fine dell’estate (la spesa prevista è di 250 mila euro

Ecco nel dettaglio l’elenco degli altri interventi in cantiere, ovvero dei lavori già iniziati o comunque già appaltati o che dovranno cominciare a breve:

- Sp 95 (Colle San Bartolomeo), messa in sicurezza e ripristino piano viabile (spesa 60 mila euro);
- Sp 3 (Acquetico-Mendatica-Cosio d’Arroscia) sistemazione frana e ripristino piano viabile (spesa 140 mila euro); ripristino ponte a Cosio d’Arroscia (spesa 100 mila euro);
- Sp 65 (Langan Molini di Triora) sistemazione frana a Castelvittorio (spesa 120 mila euro); manutenzione in zona  Langan (spesa 40 mila euro);
- Sp 39 (Prelà) ripristino viabilità (spesa 180 mila euro);
- Sp 40 (Vasia) interventi vari (spesa 100 mila euro);
- Sp 22 (Cesio-Cartari) sistemazione frana, ripristino viabilità (spesa 60 mila euro);
- Sp 36 (Moltedo-Diano San Pietro) eliminazione restringimenti per frana (spesa 40 mila euro);
- Sp 86 (Ottano) eliminazione avvallamenti (spesa 60 mila euro).

Il vicepresidente della Provincia Luigino Dellerba, delegato alla Viabilità, commenta: «Le progettazioni, le gare d’appalto, gli affidamenti dei lavori, la conclusione delle opere, hanno un iter burocratico complesso che ci impegna fortemente. La nostra azione, composta sia da interventi poderosi sia da semplice manutenzione, vuole migliorare una rete viaria fondamentale per la nostra comunità. Tra i lavori in corso voglio ricordare quello per il ripristino della normale viabilità della strada che porta a Rocchetta Nervina: la tradizionale via di collegamento, provvisoriamente assicurata dall’allestimento di un ponte, sarà ristabilita entro l’autunno».

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium