/ Attualità

Attualità | 11 luglio 2020, 12:53

CNA Imperia - Rimandare i versamenti relativi alla dichiarazione dei redditi perlomeno fino al 16 ottobre

Le imprese incontrano serie difficoltà nell’adempiere alla corretta liquidazione delle imposte dovute

Luciano Vazzano

Luciano Vazzano

È ormai prossima la scadenza al 20 luglio 2020 dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, dell’Iva e dell’Irap relative ai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli Indici sintetici di affidabilità fiscale nonché quelli in regime forfettario o in regime di vantaggio. Le imprese incontrano serie difficoltà nell’adempiere alla corretta liquidazione delle imposte dovute.

La gestione dei provvedimenti legati all’emergenza, dalla sospensione dei versamenti periodici al rinvio a fine giugno dell’approvazione dei bilanci delle Srl, ha, infatti, assorbito l’attenzione di imprese e intermediari, generando enormi ritardi nella determinazione delle imposte predette.La proroga stabilita dal DPCM 27 giugno 2020 è assolutamente insufficiente, tuttavia concede al legislatore il tempo necessario per approvare una norma che sposti a dopo l’estate il termine di versamento delle imposte.

“Per evitare l’affollamento dei versamenti già previsti per settembre, la proroga dovrebbe essere disposta almeno al 16 ottobre 2020.- dichiara Luciano Vazzano, Segretario territoriale CNA Imperia - Ancora più opportuno sarebbe approntare un nuovo calendario fiscale valido fino a tutto il 2021 che preveda anche sconti di imposte e versamenti: anziché promettere contributi che non arrivano o prestiti che le banche spesso faticano a concedere, per le nostre imprese sarebbe sicuramente di supporto poter beneficiare di una maggiore quota di liquidità derivante da una riduzione del carico fiscale".

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium