/ Al Direttore

Al Direttore | 29 luglio 2020, 07:44

Limiti di velocità sull'autostrada: un lettore "Giusto farli rispettare ma che siano chiari sul percorso!"

Il nostro lettore Claudio evidenzia il fatto che sulla A10 si passa in pochi metri da 90 a 110 o altri limiti, difficili da rispettare

Limiti di velocità sull'autostrada: un lettore "Giusto farli rispettare ma che siano chiari sul percorso!"

Un nostro lettore, Claudio, ci ha scritto per sollevare un piccolo problema per le persone che si trovano a circolare sulla A10 Savona-Ventimiglia:

“Premesso che non ho nulla da che dire, in qualità di addetto ai lavori e che ha scattato molte foto con gli autovelox, sulla opportunità di rispettare i limiti di velocità e che se le autovelox se correttamente posizionate presuppongono che, chi sbaglia deve pagare. Detto questo ed essendo io molto attento ai limiti, spesso non ci capisco più nulla e non so a che limiti di velocità devo fare riferimento. Non vi è chiarezza in cento metri magari ti trovi un 90, un 110 o poi forse anche un 100... e quindi che cavolo di velocità devo fare. Non mi si dica 100, perchè questo lo capisco, ma non essendo ancora previsto per legge il ruolo del copilota, credo che un automobilista dovrebbe essere messo in condizione di viaggiare senza l'ansia del limite di velocità. Capisco che possono essere cartelli dimenticati nei lavori, emergenze ecc. ma se devo pagare una sanzione pretendo che i limiti siano chiari. Inoltre ho avuto modo di vedere alcune colonnine blu sull'autostrada nei pressi di Albenga se non ricordo male, ed esprimo la mia perplessità circa la loro collocazione. La colonnina deve essere ben visibile, e se è collocata a qualche metro dal muro di uscita da una galleria, non so quanto sia ben visibile ed opportunamente percepibile dall'automobilista. Ricordo che un automobilista spaventato dal velobox può anche frenare bruscamente e creare un incidente. Scrivo questa lettera per aprire un dibattito pubblico, sperando che se ne occupino le autorità competenti (polizia stradale , prefettura, giudice di pace e addetti al lavori) per una corretta valutazione di quanto sopra indicato, nel rispetto della giusta azione amministrativa e tutela della cittadinanza”.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium