/ Eventi

Eventi | 29 luglio 2020, 11:37

Diano Marina: sabato prossimo la prima serata di ‘Folk in Diano’ con il premio cultura popolare ad Alberto Bertoli

L'appuntamento inaugurale della rassegna curata da Antonio Carli prevede (Villa Scarsella, ore 21.15) lo spettacolo di Alberto Bertoli, figlio del compianto Pierangelo, cui andrà l'importante riconoscimento.

Diano Marina: sabato prossimo la prima serata di ‘Folk in Diano’ con il premio cultura popolare ad Alberto Bertoli

A Diano Marina è il momento dei premi ad importanti personaggi del mondo dello spettacolo. Dopo il riconoscimento alla carriera Città di Diano Marina assegnato l'altra sera, nell'ambito dell'Emd Festival a Renata Scotto, soprano di origine savonese, regina dell'opera nella seconda metà dello scorso secolo, sabato prossimo sarà la volta di Alberto Bertoli, figlio d'arte del grande Pierangelo, cui, in occasione della serata inaugurale della terza edizione di Folk in Diano (Villa Scarsella, ore 21.15), andrà il Premio Cultura Popolare. Bertoli, la sua chitarra, la sua storia e le sue canzoni saranno ovviamente i protagonisti della serata.

Sono tre quest'anno gli appuntamenti di cui si compone Folk in Diano, il festival di cultura popolare, "un contenitore - come lo definisce il suo ideatore, Antonio Carli - che unisce storia e influenze della musica moderna esaltando la grande vitalità ed attualità di canti e musica popolare".

Gli spettacoli si susseguiranno a distanza di due settimane l'uno dall'altro. Dopo quello di sabato con Alberto Bertoli, venerdì 14 toccherà ad Antonio Carli che in prima nazionale presenterà Musicabaret (viaggio dal night club all'avanspettacolo, per celebrare la nascita del cabaret), mentre per il gran finale di venerdì 28 agosto il palcoscenico sarà tutto per Giorgio Conte e il suo quartetto con il concerto dal titolo Sconfinando.

"Folk in Diano - afferma Carli - è un titolo che contiene più significati, una sorta di “I.G.T.” con cui Diano Marina si vuole distinguere nella scelta di preservare un patrimonio, la tradizione folkloristica e le radici della cultura nazionale. L'assonanza “inDiano” vuole suggerire un richiamo storico alle “riserve”, vere proprie “isole” in cui si è deciso di conservare e proteggere dall'estinzione le minoranze che rischiavano di estinguersi nella frenesia della modernità".

Nelle due precedenti edizioni il Premio Cultura Popolare "Città di Diano Marina", intitolato alla memoria di Franco Carli, è stato consegnato a Max Manfredi (2018) e al trio composto da Gian Piero Alloisio, Maurizio Lauzi e Franco Fasano (2019).

Per il pubblico, l'ingresso a Villa Scarsella per le tre serate di Folk in Diano non ha costi, ma vige, in base alle disposizioni sanitarie, un numero contingentato di posti. E' pertanto necessario prenotare, sino ad esaurimento, presso l'Ufficio Iat di Diano Marina (via Genala, aperto dal lunedì al sabato ore 10-13 e 16-19, domenica ore 10-13,  telefono 377.0981085, e-mail: iat.dianomarina@gmail.com). E' previsto un solo invito a persona, con possibilità di riservare il posto anche per i propri congiunti (necessario esibire il relativo documento). Non è prevista numerazione. L'ingresso alla platea di Villa Scarsella (accesso da via Cavour) sarà consentito tra le 19.45 e le 21.15, dopo di che sarà dato il via allo spettacolo.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium