/ Attualità

Attualità | 01 agosto 2020, 07:15

Imperia, l’app 'SpiaggiaTi' funziona. Solo nell'ultimo weekend oltre 7 mila le visualizzazioni. La Galeazza è la più cliccata

Il sistema digitale ha lo scopo di contingentare gli ingressi nelle spiagge libere e fornire in tempo reale i flussi delle presenze. Dal 30 maggio sono stati 75 mila in download nella nostra regione. Gli utenti attivi sono 40 mila

Imperia, l’app 'SpiaggiaTi' funziona. Solo nell'ultimo weekend oltre 7 mila le visualizzazioni. La Galeazza è la più cliccata

I numeri parlano chiaro: l’app “SpiaggiaTi” funziona. Il sistema ha lo scopo di contingentare gli ingressi nelle spiagge libere. Un’app gratuita e facile da scaricare che in tempo reale permettere di vedere la capienza delle varie spiagge sul territorio in modo da poter pianificare la propria giornata al mare. Uno strumento necessario che consente, soprattutto, di non creare assembramenti sull’arenile. Nell’ultimo weekend solo a Imperia le visualizzazioni sono state oltre 7 mila e nello specifico sabato scorso 2.500 e domenica 4.800. Oltre per Imperia l’app è usata dai comuni di Alassio, nel savonese, e Genova, Sarzana Riomaggiore, in provincia di La Spezia, e Cabras, comune in provincia di Oristano. Dal 30 maggio sono stati 75 mila in download nella nostra regione.

“Per noi è una grande soddisfazione, dice alla nostra testata il fondatore dell’app Giacomo Porcile, circa 40 mila sono gli utenti attivi e quindi vuol dire che chi la scarica la usa ed inoltre il 50% delle persone sono residenti”.  Nel team oltre a Porcile c’è anche un altro fondatore, Alberto Mazzuoli, ed entrambi sono genovesi, e l’ app è stata realizzata grazie all’apporto della web designer finlandese che vive in California, Vilma Turkki, e dello sviluppatore spagnolo Rodrigo Luque. Isieme hanno fondato la società “Tnn srls”. L’età media dei creatori di “SpiaggiaTi è di soli 25 anni.

I picchi di ricerca si registrano soprattutto nel weekend. Su Imperia le spiagge più “cliccate” sono la Galeazza uno (1.470 sabato scorso, 780 domenica) e la Galeazza due (2.416 sabato, 630 domenica), che si contendono il primo posto a seconda se sia sabato o domenica, mentre la medaglia di bronzo va al ‘Pennello’ (1.364, 560 domenica) ed infine la meno ricercata è la Garbella (151 sabato, domenica 270). All’ingresso di tutte le spiagge ci sono gli steward, del comune i quali hanno tra i loro compiti quello di aggiornare in tempo reale il numero delle persone presenti. Ad Imperia il servizio può essere usato anche per avere la visione sulla spiaggia di Borgo Prino, uno e due, via Boine e Borgo Peri.

“Il bilancio è positivo, continua Giacomo Porcile, l’esperienza è ottima e continua ad esserlo, siamo sempre attivi e nel cercando ci stiamo proponendo altri comuni.  Tanti sono i commenti positivi per l ‘app che abbiamo creato e in tanti ci chiedono anche di attivarla in altri comuni. Ci stiamo lavorando e siamo contenti. All’inizio della stagione fornivamo assistenza agli  steward,  che avevano bisogno di aiuto adesso invece no. L’app va da sola, funziona e non dà problemi. Siamo in crescita sia come download che come visualizzazioni”.

Sono solo due le “critiche” che gli utenti muovono ossia quella relativa al fatto che le spiagge sono troppo “piene” e quindi c’è chi rimane fuori e che non è presente in altri comuni della Liguria. Sulla prima circostanza il team non ci può fare niente. Chi tardi arriva, male alloggia dice il proverbio. Anche perché, è giusto ricordarlo, questa applicazione non permette di prenotare i posti, ma solo di avere una fotografia in tempo reale della situazione. La spiaggia è “libera” e tale deve rimanere. Per il fatto invece, che sono solo tre i comuni ad averla adottata Giacomo Porcile replica che “stiamo lavorando per essere presenti in altre zone e anche questo non dipende da noi, ma dalle varie amministrazioni comunali”.

Un team quindi quello di “SpiaggiaTi” alla ricerca di nuove progettualità, nuove proposte, che lavora costantemente per mantenere alto lo standard della qualità. Un lavoro incessante che addirittura ha visto il fondatore Porcile andare a mare solo due volte quest’anno, di cui una per fare le foto da inserire nel sistema, e anche rinunciare alle proprie ferie proprio per l’impegno che l’app richiede. 

 

Angela Panzera

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium