/ Cronaca

Cronaca | 14 settembre 2020, 13:00

Imperia, svastica e scritte razziste al campetto delle Ferriere: continua l'escalation vandalica in città (Foto)

Un gesto deplorevole non solo dal punto di vista del decoro urbano, ma soprattutto perché riguarda un credo religioso. L'episodio arriva a breve distanza dai disegni che hanno deturpato l'edicola in piazza Dante e l'area di via XXV aprile

Imperia, svastica e scritte razziste al campetto delle Ferriere: continua l'escalation vandalica in città (Foto)

Un altro atto vandalico, l’ennesimo, è stato perpetrato nel fine settimana appena trascorso. Questa volta ad essere stato preso di mira è stato il campetto delle Ferriere. Una svastica rossa, accompagnata da alcune frasi razziste, è stata impressa sul muro. Un gesto deplorevole non solo dal punto di vista del decoro urbano, ma soprattutto perché riguarda un credo religioso per cui si deve portare il massimo rispetto, anche se diverso dal nostro.

Episodio questo aggravato anche dal fatto che il campetto è utilizzato da tanti adolescenti, luogo quindi dove i valori dello sport e dell’aggregazione dovrebbero essere tutelati dalla comunità. Il campetto di via Gibelli, gestito da Aga insieme a Bki (Basket Imperia) e alla palestra 'Wow' ha riaperto da alcuni anni su volere dell’associazione ‘Genitori Attivi’.Rimasto chiuso a lungo a causa del lockdown anche dopo il via libera della regione, solo a luglio ha potuto accogliere nuovamente i ragazzi.

Recentemente il campetto era stato al centro di una polemica a causa delle lamentele dei residenti della zona. C’è chi ha avuto da ridire persino sui rumori delle pallonate, ma anche chi ha sottolineato il disturbo della quiete pubblica a causa degli schiamazzi fino a tarda notte. Schiamazzi non provenienti dai giovani che utilizzano il campetto.

Questo atto vandalico quindi si aggiunge alla lunga lista che da mesi si registra sul territorio cittadino. Nella notte tra venerdì e sabato la nuova edicola in piazza Dante, arredo questo che rientra nel piano di riqualificazione del centro di Oneglia, è stato deturpato con un disegno realizzato con uno spray bianco. Ieri il sindaco Scajola ha reso noto che sono stati ripresi dalle telecamere i due vandali che avrebbero deturpato il chiosco per la rivendita di giornali, ma anche numerose serrande e un muro in via XXV Aprile.  A fine agosto invece, due ragazzine e un giovane, sono state immortalate dalle telecamere di sorveglianza dell’ascensore inclinato che collega borgo Marina al Parasio. Dalle immagini si è vista tutta la furia scagliata contro l’impianto a cui è stato divelto il pulsante d’allarme posto all’interno. In quell’occasione vennero rimossi anche i cartelli informativi posti all’esterno. “Chiederemo pene severe senza sconti per chi non ha alcun rispetto della Città”, ha tuonato il primo cittadino. Adesso la città deve fare i conti anche con questo episodio che evidenzia  in particolare, l’intolleranza verso gli altri e lo spregio di qualsiasi regola del vivere civile.

Angela Panzera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium