/ Cronaca

Cronaca | 18 settembre 2020, 20:05

Coronavirus, Toti: “In Liguria record di tamponi, i contagi crescono proporzionalmente, la nostra regione è sesta in Italia”

“Basta esponenti politici che strumentalizzano e soffiano sulle paure della gente”

Giovanni Toti

Giovanni Toti

“Cari amici, alta la guardia ma niente panico. Fin dall'inizio dell'emergenza ho voluto con voi essere trasparente e chiaro e continuerò a farlo con lucidità. In un quadro in cui il contagio sta crescendo in tutte le regioni italiane, in Liguria cresce proporzionalmente. Con 158 nuovi casi positivi, la nostra regione si colloca sesta rispetto alle altre in Italia, dopo Lombardia 224, Campania 208, Lazio 193, Sicilia 179 e Veneto 176. Oggi inoltre siamo al record di tamponi, quasi 4mila, e questo significa che i nostri uffici di prevenzione stanno tracciando sempre di più e con maggiore efficacia per controllare la diffusione del virus. Non abbiamo nessun decesso e questo ci dà qualche rassicurazione sul fatto che i protocolli di cura dei nostri ospedali hanno sempre maggiore efficacia. Ospedali dove la situazione è più che tranquilla. 

Al Gaslini, hub di riferimento per i nostri bambini e ragazzi, che sta gestendo la situazione Covid legata alla riaperture delle scuole, sono stati eseguiti 55 tamponi su pazienti scolastici e siamo in attesa dei risultati. I precedenti 50 di ieri sono tutti negativi. Le telefonate effettuate al call center dell’Istituto pediatrico, messo a disposizione delle famiglie, sono 78 e nessuna mail è arrivata alla cartella dedicata. Ma ci siamo per tutti voi. I nuovi focolai vanno tracciati e contenuti senza creare allarmismi o dare la colpa di qualcosa o qualcuno. I nuovi casi ci sono e ci saranno e dobbiamo abituarci a tutto questo. Quello che possiamo fare è rispettare le regole, testare, tracciare e trattare. Lo stiamo facendo, con una grande macchina organizzativa e un grande sforzo del nostro personale sanitario, che ringraziamo per il continuo lavoro. Insomma, stiamo convivendo con il virus, così come è giusto fare, con la guardia alta e pronti a intervenire solo se necessario. Rimango perplesso e anche deluso da esponenti politici che prima invitano a convivere con il virus e poi prontamente all'aumento dei contagi, soffiano sulle paure della gente facendo terrorismo e lanciando accuse, come se il contagio fosse colpa di uno o dell'altro amministratore, per ottenere qualche manciata di voti. Spero che questa strumentalizzazione fra poche ore finirà e che potremo tornare a lavorare serenamente senza sciacalli intorno. Per il resto invito tutti alla calma, non c'è emergenza ospedaliera e monitoriamo costantemente la situazione. Ricordiamoci che l'unica cosa di cui aver paura è la paura stessa”, così scrive il Presidente Toti sulla sua pagina Facebook.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium