/ 

| 03 ottobre 2020, 10:50

Alluvione in Valle Argentina - danni a Badalucco e frane su tutta la SP548: isolati Montalto, Molini di Triora e Triora

Il punto con i sindaci dei paesi. A breve dovrebbe essere creato un passaggio pedonale tra Badalucco e il bivio per Montalto. Isolata Triora e le sue frazioni, la strada è franata al bivio per Corte.

Alluvione in Valle Argentina - danni a Badalucco e frane su tutta la SP548: isolati Montalto, Molini di Triora e Triora

L'alluvione ha isolato e ferito profondamente tutta la valle Argentina. I danni si registrano indistintamente su tutto il territorio. 

I sindaci di Badalucco, Montalto Carpasio, Molini di Triora e Triora insieme a volontari hanno presidiato il territorio per tutta la notte e stamani è iniziata la conta dei danni. 

BADALUCCO paga un prezzo molto alto. Diverse strutture di privati come l'agriturismo 'L'Adagio' o 'Ca' Mea' hanno subito la furia del torrente Argentina. In particolare dal noto ristorante del fungo è stato distrutto il ponte di collegamento. Questa mattina tutto il paese si è svegliato senza elettricità, acqua e gas. Il fango ha completamente invaso l'area posteggio dietro l'ex asilo e sembra che il torrente Argentina si sia portato via anche alcune vetture posteggiate.

 "Stiamo facendo sopralluoghi per fare la conta dei danni. - spiega il sindaco di Badalucco Matteo Orengo - La situazione è peggiore di quanto avessimo pensato stanotte. Stiamo attivando i volontari e le persone che hanno voglia di dare una mano per cercare di ripulire tutto. Abbiamo fatto stanotte sopralluoghi con Regione Liguria, Provincia e protezione civile sui danni più importanti e mettere subito giù le some urgenze. Ora si tratta veramente di organizzare un aiuto per tutte quelle attività e privati che hanno avuto danni ingenti. Siamo isolati su tre strade. Ci dobbiamo fare forza e andare avanti". 

Montalto Carpasio, Molini di Triora e Triora sono completamente isolate. 

Nel territorio comunale di MONTALTO CARPASIO, è franata la strada provinciale 548, impedendo i collegamenti principali nella valle anche con tutti gli altri paesi e frazioni a monte. A Montalto Carpasio le persone si sono svegliate senza elettricità e con la linea dei telefoni cellulari assente. Per fortuna non si sono registrati problemi nelle frazioni dove non si segnalano criticità grazie ai lavori fatti recentemente sulle strade comunali d'accesso. I due centri storici rimangono attenzionati speciali per interventi urgenti di messa in sicurezza per le abitazioni più vecchie e a rischio crollo, in particolare su Carpasio. 

"Stiamo continuando a effettuare sopralluoghi. Il nostro problema principale rimane la viabilità - aggiunge Mariano Bianchi, sindaco di Montalto Carpasio - non c'è più la strada al bivio tra la provinciale e la strada vecchia. Abbiamo già sentito la Provincia che a breve ci invierà un escavatore per creare un passaggio pedonale sicuro ma per le auto si dovrà aspettare. L'unica via d'accesso a questa parte della Valle rimane il passaggio da Colle d'Oggia. Inoltre grazie alla Croce Verde di Arma di Taggia in mattinata arriverà un'ambulanza che rimarrà a disposizione dei nostri paesi". 

Situazione analoga a TRIORA, la strada è completamente franata al bivio per Corte oltre a numerose frane in prossimità di ognuna delle frazioni del paese delle streghe che attualmente rimane senza corrente elettrica. Il sindaco Massimo Di Fazio ci ha detto: "È un disastro. Ci sono frane ovunque e l'acqua ha invaso tutto. Le condotte non riuscivano portare via tutto il flusso d'acqua. Abbiamo famiglie isolate in tutto il territorio comunale. Abbiamo una frana sotto il bivio di Corte e tutte le frazioni sono isolate. Inoltre abbiamo tetti e muri crollati e tubi delle acque bianche scoppiati. L'acqua ha portato via tante tubazioni. Siamo in una situazione di emergenza gravissima abbiamo chiesto alla Provincia interventi nel minore tempo possibile".

AGGIORNAMENTO ORE 13:34 - Il problema dell'assenza di energia elettrica sulla vallata è riconducibile ad alcuni alberi che si sono abbattuti sui tralicci e soprattutto ad una cabina elettrica che ha preso fuoco su Carpasio. Da diverse ore sono al lavoro numerose squadre di tecnici in prossimità dell'antenna televisiva, sulla SP 21, sopra il cimitero di Carpasio. Non è ancora nota una tempistica per il ripristino della corrente elettrica. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium