/ 

| 06 ottobre 2020, 18:07

Triora rischia di rimanere isolata per alcuni mesi, il sindaco Di Fazio convoca gli altri enti "Serve viabilità immediata" (Foto e Video)

Tanti i danni patiti da questo comune e dalle sue numerose frazioni oggi tagliate fuori dalla provincia di Imperia a causa del cedimento della Strada Provinciale 548 subito dopo l'abitato di Molini di Triora.

"Abbiamo bisogno di una viabilità immediata". Il sindaco Massimo Di Fazio, lancia l'allarme per Triora e le sue frazioni isolate da diversi giorni dopo il passaggio dell'alluvione. La voragine sulla Strada Provinciale 548, tra Molini di Triora e Triora è il principale problema da affrontare in valle Argentina.

Triora è letteralmente tagliata fuori dal resto della provincia di Imperia, senza nessuna altra possibilità di accesso. Un problema che si somma ad una conta danni ancora iniziale ma che offre una fotografia drammatica per questo comune e le tante frazioni abitate.

Le piogge torrenziali tra venerdì e sabato notte hanno dato vita ad una serie di smottamenti su tutto il territorio, assenza di acqua ed energia elettrica, frazioni isolate, rottura delle condotte idriche e fognarie. Il Comune non ha perso tempo ed è intervenuto in poche ore garantendo i servizi essenziali sulla maggior parte del territorio e liberando i distaccamenti più piccoli.

Per fortuna non si registrano feriti ma sul territorio di Triora oltre a essere presenti numerose famiglie e molti anziani, c'è anche una residenza sanitaria protetta. Oggi farmaci e provviste arrivano in paese con non poche difficoltà. Il comandante dei Carabinieri di Triora, Luigi Rossi, è l'unico autorizzato a trasportare i generi di prima necessità, passando con una carriola sullo stretto cornicione a strapiombo sul letto del torrente Argentina.

L'INTERVISTA AL SINDACO MASSIMO DI FAZIO

Secondo i primi confronti tra amministratori locali e gli altri enti coinvolti, per ripristinare la viabilità da e verso Triora potrebbero volerci alcuni mesi. Di Fazio non ci sta e chiede un ulteriore tavolo di confronto immediato per trovare una soluzione entro pochi giorni, garantendo un senso unico alternato. 

"C'è supporto, per carità, però essendo anche noi un piccolo borgo abbiamo bisogno di priorità come gli altri. Abbiamo bisogno di risolvere il problema. Le soluzioni sono tante però io invito a un tavolo di lavoro immediato, oggi stesso, perchè ci si possa risolvere questa situazione. - denuncia il sindaco di Triora - L'importante è che il lavoro si faccia immediatamente. Mi hanno parlato di due mesi per riaprire. Questa è un'ipotesi che non voglio nemmeno prendere in considerazione. La viabilità deve essere immediata. Io devo passare al più tardi per lunedì".

"Ho tante soluzioni, l'importante è trovarne una, potrebbe essere quella dei pali, una passerella o un tracciato diverso. - conclude Di Fazio - Invito tutti gli enti a prendere in mano di corsa la situazione perchè la nostra è la condizione più drammatica della provincia di Imperia. Questa è l'unica strada per raggiungere il nostro paese, al contrario di altri borghi che facendo dei chilometri potrebbero essere raggiunti. Noi non abbiamo questa possibilità e di conseguenza abbiamo bisogno di una viabilità immediata". 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium