/ Politica

Politica | 12 ottobre 2020, 20:13

Coronavirus, Toti sul Dpcm: "Chiesto al governo misure coerenti con esigenze economiche dei gestori dei locali della movida"

Il governatore, per quanto riguarda le scuole, ha confermato che alcune regioni, ma non la Liguria, hanno chiesto al governo il ripristino della didattica a distanza per gli studenti delle superiori

Coronavirus, Toti sul Dpcm: "Chiesto al governo misure coerenti con esigenze economiche dei gestori dei locali della movida"

In serata il presidente della Regione Giovanni Toti, nel punto stampa di aggiornamento sui dati relativi all'andamento del coronavirus in Liguria, ha parlato dei possibili provvedimenti del governo, già trapelati nei giorni scorsi, che riguardano, tra gli altri, la limitazione della vendita di bevande e alimenti d'asporto nei locali che potrebbero chiudere non oltre le 24.

“Abbiamo chiesto che siano limitazioni coerenti con le esigenze economiche di un settore già martoriato da due mesi di lockdown”, ha detto Toti, che ha anticipato un altro provvedimento che farà quasi certamente parte del Dpcm, riguardante lo stop agli sport di contatto. Altre misure potrebbero riguardare una limitazione alla capienza a stadi e palazzetti, “su questo però non mi sento di sbilanciarmi perché la discussione era ancora in corso”, ha detto Toti.

Il governatore, per quanto riguarda le scuole, ha confermato che alcune regioni, ma non la Liguria, hanno chiesto al governo il ripristino della didattica a distanza per gli studenti delle superiori.

“Alcune regioni hanno chiesto una misura coerente per evitare gli assembramenti nei mezzi pubblici”, ha commentato il presidente della Regione.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium