/ Cronaca

Cronaca | 13 ottobre 2020, 16:10

“Do you know Mirko Scarcella?” Nello speciale delle Iene Imperia fa da sfondo a un'avventura del discusso guru di Instagram

Tra i personaggi intervistati durante il servizio, anche Christian Chiapperini, giovane cantante lirico milanese, il quale ha raccontato di aver pagato, nel 2014, 2500 euro a Scarcella perché quest'ultimo costruisse un personaggio attorno al suo talento

“Do you know Mirko Scarcella?” Nello speciale delle Iene Imperia fa da sfondo a un'avventura del discusso guru di Instagram

C'è anche un po' di Imperia a fare da contorno a un'avventura del discusso 'guru' di Instagram Mirko Scarcella, protagonista suo malgrado dello speciale delle Iene andato in onda ieri sera su Italia 1 'Do you know Mirko Scarcella', in cui l'inviato della nota trasmissione Gaston Zama indaga sul personaggio, che, secondo alcune accuse, avrebbe illuso aspiranti artisti a cui avrebbe chiesto denaro in cambio di popolarità mai arrivata.

Tra i personaggi intervistati durante il servizio, anche Christian Chiapperini, giovane cantante lirico milanese, il quale ha raccontato di aver pagato, nel 2014, 2500 euro a Scarcella perché quest'ultimo costruisse un personaggio attorno al suo talento. Scarcella, racconta Chiapperini, gli avrebbe promesso la conduzione di una trasmissione tv su 'Social Channel', paparazzate, inviti a feste esclusive e l'aumento dei fan su Instagram.

Promesse che, secondo Chiapperini sono state disattese, fino a quando un giorno, il giovane cantante riceve una chiamata da quello che allora era il suo manager: “Mi chiama – racconta – e mi dice che ha una proposta da farmi, che non potevo rifiutare”.

Scarcella avrebbe detto a Chiapperini di trovarsi a Imperia, e di raggiungerlo con il primo treno, annunciandogli che avrebbero lavorato sul personaggio. “Si è fatto trovare con una ragazza che diceva fosse la sua fidanzata – continua Chiapperini – Quando sono arrivato mi chiedeva di spostargli la macchina per andare in giro per Imperia. In realtà a lui serviva un autista, perché non aveva la patente. Si vede che aveva trovato uno che lo portava lì, era andato a trovare questa sua ragazza di Imperia che stava frequentando in quel periodo, e aveva bisogno di qualcuno che lo riportasse a Milano con la macchina, perché lui sosteneva di non aver la patente”.

Chiapperini racconta all'inviato delle Iene di aver accompagnato Scarcella a fare shopping per i negozi di Imperia. “Mi sono trovato a fare l'autista”. A fine giornata i due sono andati in hotel, “Mi ha detto di prendere una stanza vicina alla sua, e che l'indomani mattina avremmo lavorato sul mio personaggio. Pensavo che la stanza, il pranzo fossero omaggiate da Mirko Scarcella, ma ho dovuto pagare la stanza 70 euro per una notte”.

Mi sono ritrovato a fare il maggiordomo di Scarcella, perché mi chiamava all'una e trenta di notte e diceva di portargli un whisky in camera”, si sfoga il cantante. “Continuavo a instere sulla creazione del personaggio, e allora lui ha avuto un'illuminazione e ha detto: 'Sì, adesso lo creiamo'”.

Scarcella, sempre secondo il racconto di Chiapperini, gli consigliò di cambiare la postura e gli disse che avrebbe dovuto tagliare i capelli a zero e indossare un paio d'occhiali rotondi, rossi e una maglietta bianca larga.

In spiaggia – racconta ancora – mi faceva vedere il telefono e mi diceva: 'tu capisci che c'è il mondo che mi sta cercando e tu sei in spiaggia al mio fianco? Capisci che importanza ti sto dando?'. Io credevo, ci credo ancora che possa chiamarmi e dirmi 'Christian, facciamo qualcosa?'. Era talmente convincente, è stato bravo”.

Tornati a Milano, Scarcella si sarebbe negato a Chiapperini, fino a quando quest'ultimo non lo ha aspettato sotto casa. “Appena l'ho visto gli sono andato incontro, gli ho chiesto perché non rispondesse”. Il guru gli avrebbe allora risposto che avrebbe avuto tra le mani un lavoro per Chiapperini, che, secondo la testimonianza del cantante sarebbe stato quello di fare il cameraman per un servizio sul fratello del calciatore Mario Balotelli.

Dopo questo avvenimento Scarcella si è volatilizzato, mi ha bloccato su Instagram, su Facebook, su WhatsApp. Io sento di aver perso questi soldi, che non ha fatto il suo lavoro nei miei confronti, quindi mi sono rivolto a un legale ed ero pronto a fare causa”.

Chiapperini avrebbe lasciato perdere l'azione legale intimorito dal successo che nel frattempo Scarcella stava ottenendo grazie alle collaborazioni con Gianluca Vacchi e altre che secondo le accuse sarebbero millantate, anche con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. “Quando vedi un personaggio dipinto a quel livello, pensi sia inarrivabile contestargli qualcosa”.

QUI il link alla puntata.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium