/ Politica

Politica | 16 ottobre 2020, 20:11

Delegazione di Fratelli D’Italia a Ventimiglia per verificare come aiutare la città colpita dalla tragica alluvione

Carlo Fidanza, Gianni Berrino e Matteo Rosso in visita nella città di confine per rendersi conto di quanto è successo la settimana scorsa

Delegazione di Fratelli D’Italia a Ventimiglia per verificare come aiutare la città colpita dalla tragica alluvione

Una delegazione di Fratelli d’Italia si è recata oggi per vedere di persona i danni che la città di Ventimiglia ha subito la scorsa settimana.

Il capodelegazione di Fratelli d’Italia a Bruxelles Carlo Fidanza insieme al neo ri-eletto Consigliere Regionale Gianni Berrino ed il commissario regionale Matteo Rosso hanno raggiunto a Ventimiglia Francesco Mauro, capogruppo in consiglio Comunale, Ino Isnardi, consigliere comunale, e Gianni Ascheri che di Ventimiglia è assessore ai lavori pubblici. Insieme a loro Fabrizio Cravero, portavoce provinciale, Fabio Perri responsabile provinciale degli enti locali e Paolo Strescino responsabile provinciale dell’organizzazione

Una scena molto simile a quelle che abbiamo visto negli anni scorsi a Genova – commenta il dottor Matteo Rosso commissario regionale – dove il fango ed i danni si vedono in tutte le vie ed i negozi della città. La furia degli elementi ha colpito la città come abbiamo visto nella mareggiata che ha colpito il levante di Genova negli scorsi anni”. Il commissario regionale prosegue: “vedere i danni di persona è ben diverso che vederli per televisione e sentire dalla viva voce la disperazione di commercianti che dopo un pesante lockdown stanno uscendo dalla situazione difficile è un colpo al cuore. Faremo di tutto per aiutare questa città”.

“Come Regione Liguria faremo tutto ciò che è in nostro potere – commenta il consigliere regionale Gianni Berrino per aiutare persone e aziende a rialzarsi da questa situazione”.

Il Capodelegazione del partito al Parlamento Europeo Carlo Fidanza ha ricordato la possibilità di attivare risorse europee: “Una volta terminata la conta dei danni il governo potrà chiedere a Bruxelles di attivare il Fondo di Solidarietà per rimborsare una parte delle spese sostenute sul territorio per il ripristino e la messa in sicurezza. Seguirò personalmente l’iter perché si svolga tutto nella massima rapidità ed efficacia”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium