/ Attualità

Attualità | 17 ottobre 2020, 13:46

Imperia, il Comune cerca 'Nonni Civici': al via il bando per gli ultra 55enni. L'assessore Volpe: "Strumento che fornisce servizi e assistenza al mondo della scuola"

Il contributo economico è di 2 mila euro "una tantum". Si potrà presentare la domanda a partire da lunedì e ci sarà tempo sino al 30 ottobre. 16 in tutto le persone che potranno partecipare al programma

Imperia, il Comune cerca 'Nonni Civici': al via il bando per gli ultra 55enni. L'assessore Volpe: "Strumento che fornisce servizi e assistenza al mondo della scuola"

Un contributo economico di 2 mila euro una tantum agli imperiesi ultra-cinquantacinquenni che vorranno impegnarsi in attività civiche. È quanto previsto dall'amministrazione comunale di Imperia. Si potrà presentare domanda a partire da lunedì e e ci sarà tempo sino a venerdì 30 ottobre.

A fronte del contributo economico, i cittadini s'impegnano a svolgere almeno 250 ore entro il termine dell'anno didattico corrente a favore del Comune di Imperia. Tra i servizi previsti figurano: il pedibus, aiuto e accompagnamento minori, custodia e vigilanza di strutture pubbliche, sorveglianza di giardini e aree pubbliche, supporto alle iniziative culturali, sportive e di spettacolo.

Sulla base delle risorse disponibili, saranno 16 i cittadini che potranno beneficiare del contributo e partecipare al programma 'Nonni civici'. I destinatari dovranno essere residenti in Italia da almeno 10 anni, essere iscritti all'anagrafe del comune di Imperia da almeno due anni, essere autosufficienti e non essere percettori di emolumenti economici connessi alla non autosufficienza (es. indennità di accompagnamento) né di misure di contrasto alla povertà (es. reddito di cittadinanza). Dovranno essere inoltre in possesso di un'attestazione Isee inferiore a 30 mila euro.

“In questi anni il progetto 'Nonni Civici' è cresciuto e ha trovato ottima accoglienza sia da parte dei cittadini coinvolti che delle famiglie degli alunni. È uno strumento, commenta l'assessore ai Servizi Sociali e Attività Educative, Luca Volpe, che permette di fornire maggiori servizi e assistenza al mondo della scuola e in generale del sociale e, al contempo, di dare un piccolo aiuto economico a persone che, specie in questo delicato momento storico, possono averne bisogno. Il concetto che lega tutto questo è quello di senso di comunità solidale, nel quale questa Amministrazione crede particolarmente”. 

 

 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium