/ Cronaca

Cronaca | 18 ottobre 2020, 10:30

Coprifuoco anti-movida: a Imperia e Sanremo nessuna criticità. Rispettate le norme che vietano gli assembramenti e impongono la chiusura dei locali a mezzanotte

I controlli effettuati dai Carabinieri e dalla Polizia Locale sia nel capoluogo che nella città matuziana non hanno visto elevare sanzioni né ai titolari delle attività commerciali né ai cittadini.

Coprifuoco anti-movida: a Imperia e Sanremo nessuna criticità. Rispettate le norme che vietano gli assembramenti e impongono la chiusura dei locali a mezzanotte

Sia a Imperia che a Sanremo nessuna irregolarità è stata registrata nelle piazze e nelle vie della movida durante il primo sabato in cui è stato imposta, tramite l'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte, la chiusura dei locali a mezzanotte. Le  misure di contenimento sono state varate dal Governo a seguito del rialzo del numero dei contagi. In particolare le attività dei servizi di ristorazione, che comprendono bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, sono consentite fino alle ore 24 con consumo al tavolo e fino alle ore 21 in assenza di consumo al tavolo. 

A Imperia la polizia municipale ha provveduto ad effettuare i controlli di rito, ma non sono state elevate sanzioni. "Il rispetto delle regole è fondamentale- ha ribadito alla nostra testata l'assessore con delega alla polizia municipale Antonio Gagliano- ma questo è un momento delicato per tutti. Per gli amministratori, i commercianti e i titolari di pubblici esercizi e per i cittadini. Abbiamo provveduto ad effettuare i controlli e non sono state registrate criticità, ma nel contempo non vogliamo vessare gli operatori anche perchè dobbiamo dare il giusto tempo a tutti, esercenti e cittadini, di assimilare al meglio queste nuove disposizioni che comunque incidono sulla vita lavorativa e personale di ognuno di noi". 

Secondo quanto disposto dal Dcmp resta in ogni caso consentita la ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione con asporto, ma vi è il divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dei locali dopo le ore 21, e fermo restando l'obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro. 

Anche a Saremo neanche si sono registrate criticità e tutto si è svolto regolarmente. Nella città matuziana i controlli, effettuati dai Carabinieri e dalla Polizia Locale, non hanno visto elevare sanzioni nè ai titolari delle attività commerciali nè ai cittadini. 

 

 

 

Angela Panzera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium