/ Attualità

Attualità | 25 ottobre 2020, 10:12

Scuola, il ministro Azzolina difende gli istituti scolastici: "Non sono focolai"

Secondo il monitoraggio settimanale dell'ISS la percentuale di cluster nelle scuole sarebbe scesa nell'ultima settimana (-0,3%)

il ministro Azzolina in classe all'apertura dell'anno scolastico

il ministro Azzolina in classe all'apertura dell'anno scolastico

"Le scuole non sono focolai. Tutt'altro". Se nel prossimo decreto presidenziale annunciato per questa sera si va verso un incremento della didattica a distanza, specialmente per gli studenti più grandi delle ultime classi della scuola dell'obbligo, non intende mollare la presa sulla questione scuole il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina.

In un post pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale, la titolare del ministero di viale Trastevere vuole sulla sicurezza negli istituti scolastici d'Italia, nonostante le sempre più frequenti notizie di classi ferme in quarantena e la mai celata preoccupazione di insegnanti, personale e famiglie. 

"Il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità - scrive la ministra -dice che la trasmissione del virus dentro le scuole è ancora limitata: i focolai a scuola nella settimana dal 12 al 18 ottobre sono solo il 3,5% di tutti i nuovi focolai che si registrano nel Paese".

"Ma il dato più sorprendente è un altro" aggiunge. "La settimana precedente (5-11 ottobre) erano il 3,8%. Quindi il numero di focolai dentro le scuole è addirittura sceso, in proporzione al totale". A supporto di questo le rilevazioni dell'Istituto Superiore di Sanità che confermano come "dentro le scuole il rischio di trasmissione del virus continua ad essere molto, molto basso" conclude la ministra.

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium