/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2020, 08:59

Imperia: aggiudicato a un pool di imprese l’immobile dell’ex caserma dei Vigili del Fuoco in Via Delbecchi

Sarà un 'Polo Tecnologico' che diventerà la 'casa' di diverse aziende: la capofila ImperiAware e, quindi: C&C Sistemi Srl, Linfa Srl, Veris Servizi Srl, Sistel Srl, Essegicomputer Srl, Siac , Evolvia Srl e Uniservind Srl

Imperia: aggiudicato a un pool di imprese l’immobile dell’ex caserma dei Vigili del Fuoco in Via Delbecchi

L’Amministrazione Provinciale ha aggiudicato l’immobile dell’ex caserma dei Vigili del Fuoco in via Delbecchi ad Imperia. La Presidente di Confindustria Imperia, Barbara Amerio, ha espresso grande soddisfazione per questo primo importante passo che farà diventare l’immobile in disuso da quasi un decennio una casa per molte aziende.

“È infatti da anni che l’associazione sta lavorando con l’intenzione di dare una ‘casa’ alle imprese tecnologiche di Imperia – sottolinea Confindustria - creando un pool di imprese ‘IT’ e di imprenditori del territorio intenzionato ad acquisire e ristrutturare l’immobile di circa 2.250 metri quadri, con l’obiettivo di realizzare un polo dell’innovazione in cui collocare le proprie sedi. Le imprese coinvolte nell’avvio dell’operazione industriale sono 9 di cui la capofila, ImperiAware che dovrà acquisire gli spazi destinati ad uso comune, sono la C&C Sistemi Srl, Linfa Srl, Veris Servizi Srl, Sistel Srl, Essegicomputer Srl, Siac , Evolvia Srl e Uniservind Srl”.

“Il lavoro di analisi ci ha permesso di avere una serie di punti fermi sui quali costruire il modello di gestione ottimale”: in questo modo il Vice Presidente di Confindustria Imperia, l’Ing. Saul Convalle, nonché titolare della C&C Sistemi, una delle aziende che si insedierà nella struttura e uno dei principali promotori dell’iniziatica conferma come le 9 imprese interessate ad insediarsi nel Polo Tecnologico che oggi occupano circa 100 dipendenti che richiedono un ambiente di lavoro che sia:
- versatile, le imprese hanno lavoratori stabili e lavoratori temporanei e quindi richiedono spazi propri modulabili;
- moderno, le imprese devono rappresentare il settore IT e devono avere una immagine orientata al futuro;
- connesso, deve essere garantita la migliore connettività alla Rete Internet Fibra ultraveloce direttamente spillata dalla dorsale europea;
- aperto, che ospiti anche progetti ed iniziative esterne interessate ad insediarsi e crescere ad Imperia;
- sicuro, con accessi controllati, con spazi privati delle imprese, garantendo la riservatezza del business e la non permeabilità della rete.

Il ‘Polo Tecnologico’ vuole essere in primis un acceleratore di business per la aziende presenti in quanto la presenza fisica nello stesso edificio permetterà di creare sinergie, progetti comuni e start-up innovative. Questo processo verrà valorizzato ed incentivato da Confindustria Imperia attraverso il Digital Innovation Hub Liguria di cui l’associazione è socio fondatore. In particolare le aziende presenti potranno usufruire di molteplici servizi quali ad esempio l’informazione, sensibilizzazione e assessment circa le opportunità connesse all’implementazione di tecnologie 4.0 nei processi produttivi di beni e servizi.

L’indirizzamento verso soggetti qualificati (pubblici e/o privati) altamente specializzati negli ambiti tecnologici 4.0, tra i quali i Competence Center nazionali ed europei; il sostegno per accedere a finanziamenti pubblici e privati; il supporto alla consulenza strategica in ambito Industria 4.0; l’interazione con i DIH nazionali ed europei, oltre che con altre strutture e organizzazioni considerate opportune e utili compresi altri Tecnopoli con i quali si sono già strette importanti sinergie. Inoltre il settore dell’IT ha un elevato sviluppo occupazionale.

“Abbiamo riscontrato nel corso di questi anni una costante domanda di personale che spesso fatica a trovare riscontro in figure qualificate su un territorio come il nostro” conclude il Direttore di Confindustria Imperia, Paolo Della Pietra.

Il polo tecnologico potrebbe rappresentare, quindi, un elemento innovativo anche nella progettualità dei percorsi didattici che potrebbero interagire anche con altre filiere come, ad esempio, quella della nautica che richiede con sempre maggiore necessità soluzioni di software avanzati a bordo di scafi importanti oltre ad analisi di Big data per aziende manifatturiere nautiche. Sinergie che si avranno anche con l’Università di Genova ed Istituti scolastici del nostro territorio.

Il Presidente Barbara Amerio ed il Direttore Paolo Della Pietra sono stati ricevuti dal Sindaco di Imperia, Claudio Scajola, con quale hanno condiviso l’esito positivo dell’aggiudicazione dell’immobile ed al quale sottoporranno, appena redatto, il progetto preliminare al fine di avviare un confronto e una condivisione con il Comune per ricercare le migliori soluzioni di inserimento della struttura nel contesto urbano.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium