/ Attualità

Attualità | 22 novembre 2020, 07:11

Imperia, in vista del Natale il Comune stanzia 19 mila euro per il museo del Presepe del Maragliano

I fondi serviranno per l’acquisto di un software multimediale che ripristinerà lo 'spettacolo' della bacheca che ad oggi non è funzionante. L'assessore Roggero: "Valorizzazione del nostro patrimonio culturale e investimento a lungo termine"

Imperia, in vista del Natale il Comune stanzia 19 mila euro per il museo del Presepe del Maragliano

Il comune di Imperia lavora in vista delle prossime festività natalizie. Anche se incombe sull’intero Paese l’emergenza sanitaria dovuta al contagio da covid-19 l’amministrazione comunale mette in campo azioni e investimenti. Dopo i fondi per le luci natalizie, il Comune ha proceduto all’acquisto di un software multimediale, per l‘importo di 18 mila e 900 euro, iva inclusa, con lo scopo di ripristinare il funzionamento dello spettacolo della bacheca del Museo del Presepe del Maragliano.

Il museo ha in dotazione una pregevole collezione di 113 statuine presepiali, di cui 81 soggetti umani e 32 animati, realizzate dallo scultore genovese Anton Maria Maragliano e dalla sua Scuola tra il 1724 e il 1741 ed è per questo che lo stesso rappresenta un polo di interesse per il territorio vista l’unicità e la completezza della raccolta.

“L’allestimento, è riportato all’interno della determina dirigenziale del settore cultura, turismo, manifestazioni e sport,  è presentato all’interno di una vetrina espositiva a forma di stella cometa ed è corredato da uno spettacolo multimediali di immagini, luci e musica e unisce al valore artistico un potere fortemente evocativo”. L’intenzione del Comune e quindi, quella di valorizzare il patrimonio e le risorse presenti con attività ed interventi in grado di accrescere l’offerta culturale cittadina e migliorare l’accessibilità e la godibilità degli spazi dedicati alla cultura.

Al momento, però non è possibile avviare lo spettacolo multimediale della bacheca poiché la stessa non è funzionante ed è per questo che il Comune ha proceduto all’acquisto del software che consta anche di un sistemo audio-stereo amplificato, ssitema-video fino a tre schermi o proiettori, l’automazione delle luci e l’interfacciamento delle luci esistenti con la sala dove è presente la teca.  

“Il museo del presepe ha punto di forza come questa bacheca -spiega alla nostra testata l'assessore comunale con delega alla Cultura Marcella Roggero- che racconta scene e paesaggi sacri e non. È come vivere una sorta di film grazie a questa narrazione e adesso saranno possibili i cambi di scena, come quelli dalla notte al giorno e anche i cambi di musica. Si tratta quindi un intervento di ripristino totale in modo che la stessa possa funzionare così come era previsto già nel 2008. Adesso si recupera la funzionalità e la narrazione che aveva registrato uno stop poichè non vi era stata manutenzione. È un patrimonio culturale che abbiamo il dovere di mantenere e offrire alla città la valorizzazione dello stesso. Il Comune sta piano piano cercando di rivalorizzare tutto ciò che abbiamo. Sono fondi vincolanti per i musei e riguardano la manutenzione e l'apertura degli stessi".

L'amministrazione comunale adesso attende con ansia la data del 3 dicembre ossia quando verrà emanato dal premier Conte il nuovo Dpcm che, si sperà, permetta anche la riapertura di molte attività e tra queste anche i teatri e i musei. "Speriamo di poter fare questo regalo alla città per Natale- continua l'assessore- restiamo in attesa di conoscere le determinazioni del Governo. 

Angela Panzera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium