/ Politica

Politica | 08 gennaio 2021, 07:21

Diano Marina al voto nel 2021, ecco i possibili scenari a pochi mesi dalle elezioni. Chiappori si ricandida?

Sono diverse le manovre in vista delle comunali e vedono protagonisti molti di coloro che già provarono a sconfiggere l'attuale sindaco nel 2016

Diano Marina al voto nel 2021, ecco i possibili scenari a pochi mesi dalle elezioni. Chiappori si ricandida?

Nell'anno in cui diversi comuni in provincia di Imperia andranno al voto, anche il più popoloso tra quelli del golfo dianese, Diano Marina, si prepara alla battaglia per la scelta del nuovo sindaco, dopo i dieci anni di mandato dell'ex leghista Giacomo Chiappori, reduce da una candidatura in regione con la compagine di 'Grande Nord'.

Per quanto riguarda i possibili successori, il candidato in pectore per il centro destra è l'attuale vice di Chiappori, Cristiano Za Garibaldi; già di fatto in campagna elettorale ha goduto dell'iniziale endorsement del suo sindaco, prima che Cristiano decidesse di schierarsi apertamente alle regionali con il presidente uscente, Giovanni Toti, poi riconfermato.

Lo scenario che si prospetta al momento vede una riproposizione di quello che è accaduto quasi cinque anni fa, quando diverse compagini nel dianese provarono a unire le forze per sconfiggere Chiappori. Tuttavia all'ultimo, l'alleanza che avrebbe dovuto comprendere il Partito Democratico insieme all'ex sindaco di Forza Italia Angelo Basso e agli esponenti di 'Diano Futura', creata da Agrippino Manduca, sfumò lasciando di fatto via libera al secondo mandato dell'ex parlamentare del carroccio.

Oggi, secondo le voci che si rincorrono, Manduca, il figlio Roberto, che è già stato assessore con l'amministrazione Basso, lo stesso ex sindaco e il commerciante Milko Pisano, che lo scorso novembre ha lanciato il gruppo socioculturale 'La Diano dell'anno ventuno', starebbero lavorando a una lista antagonista a quella di Za. Tra i possibili candidati si è fatto il nome del generale dell'esercito Marcello Bellacicco. La voce non ha tuttavia trovato al momento conferme.

Il Partito Democratico, che nel 2016, ad accordo con Basso & co saltato all'ultimo, aveva dovuto imbastire una lista in fretta e furia che aveva portato all'elezione in consiglio di Marco Ghirelli, oggi è alle prese con un rinnovamento a partire dalla guida provinciale in seguito alle dimissioni dal ruolo di segretario da parte di Pietro Mannoni.

Smentita al momento una discesa in campo da parte di esponenti del comitato 'Diano Marina Ciclabile in Ferrovia', il cui fondatore, Tiziano Gramondo, quasi due anni fa, tramite un'intervista a Imperia News si era detto pronto a sciogliere il comitato per lanciarsi nell'agone politico dianese.

E Chiappori? Il sindaco uscente ha più volte dichiarato che la sua esperienza politica è terminata con le regionali. Sogna di ritirarsi a vita privata, ma a Diano circola la voce che starebbe lavorando a una lista insieme all'assessore Luigi Basso, fedelissimo dell'attuale primo cittadino, e anche lui confluito dalla Lega al 'Grande Nord'. Chiappori, contattato da Imperia News, ha smentito la voce, spiegando che anche volendo non potrebbe ricandidarsi avendo già fatto il sindaco per due mandati di fila. Tuttavia, è allo studio una riforma che potrebbe sciogliere il vincolo dei due mandati, in quel caso Chiappori, che comunque ribadisce di non avere intenzione di riscendere in campo, potrebbe candidarsi.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium