/ Cronaca

Cronaca | 18 gennaio 2021, 10:26

Imperia, la Procura apre inchiesta sulla caduta del bimbo in via Argine Destro. Migliorano le sue condizioni, ma la prognosi resta riservata

Le indagini dei Carabinieri mirano a stabilire se si è trattato di un tragico incidente oppure se vi siano responsabilità di chi in quel momento ne aveva la custodia: sentiti testimoni ed effettuato un primo sopralluogo, proseguono gli accertamenti

Imperia, la Procura apre inchiesta sulla caduta del bimbo in via Argine Destro. Migliorano le sue condizioni, ma la prognosi resta riservata

Hanno lavorato fino a tarda notte i Carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Imperia per ricostruire quanto è accaduto ieri pomeriggio in via Argine Destro. La Procura di Imperia infatti, ha avviato - come da prassi - un’indagine volta a stabilire le cause, e le eventuali responsabilità, che hanno determinato la caduta del bimbo di quasi due anni. Un volo di circa sei metri dal balcone dell’abitazione, posta al secondo piano, la cui dinamica è ancora in corso di accertamento. 

L’indagine dei militari dell’Arma è volta a comprendere se sia trattato di un tragico incidente oppure se vi siano delle precise e dirette responsabilità da parte di chi in quel momento ne aveva la custodia. I Carabinieri hanno sentito alcuni testimoni ed effettuato un primo sopralluogo all’interno dell’abitazione, ma gli accertamenti sono ancora in corso. 

La famiglia, di origini tunisine, non appena accaduto il fatto ha lanciato subito l’allarme e sul posto sono giunti i sanitari del 118 e i militi della Croce Bianca e Rossa di Imperia che hanno prestato le prime cure al piccolo. Successivamente il bambino è stato trasportato con l’elisoccorso al 'Gaslini' di Genova. Le sue condizioni, da quanto si apprende non appaiono gravi, ma la prognosi resta ancora riservata. In giornata è atteso il bollettino medico da parte dell’ospedale dove verranno resi noti i dettagli sulle sue condizioni di salute. 

La famiglia del piccolo sta rivivendo la paura già provata quattro anni fa, quando il figlio di due anni e mezzo morì, dopo un delicato intervento chirurgico, a seguito di una caduta dal terrazzo di un palazzo di via Parini, nel centro storico di Oneglia. Il piccolo stava giocando con i fratellini ed è precipitato. Anche in questo caso il bambino ha perso l’equilibrio ed è caduto dal secondo piano, ma da un’altezza inferiore rispetto alla casa di via Parini. È stato uno dei familiari ad accorgersi di quanto accaduto e ad attivare la macchina dei soccorsi. Nonostante il volo il bambino è rimasto cosciente, ma per ragioni mediche è stato indotta la sedazione. Le sue condizioni, seppur delicate, ieri non sono apparse gravissime poiché i traumi hanno riguardato un braccio e le spalle e, da quanto si è appreso, la testa e le altri parti vitali pare siano state risparmiate

In mattinata, intanto, il 'Gaslini' di Genova ha reso noto il bollettino medico nel quale si legge: “La Direzione Sanitaria dell'Istituto Gaslini comunica che il bambino di due anni, caduto ieri pomeriggio da una finestra ad Imperia, è oggi sveglio e cosciente. Le sue condizioni appaiono confortanti, ma il quadro clinico presenta diverse fratture e la prognosi permane, al momento, ancora riservata. Seguiranno aggiornamenti domani mattina”.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium