/ Solidarietà

Solidarietà | 20 gennaio 2021, 14:35

Campagna vaccinazione estesa a tutto il mondo della disabilità, la richesta della Consulta Regionale per la tutela dei diritti della persona Handicappata

Campagna vaccinazione estesa a tutto il mondo della disabilità, la richesta della Consulta Regionale per la tutela dei diritti della persona Handicappata

La Segreteria della Consulta Regionale per la tutela dei diritti della persona Handicappata interviene in merito all’approvazione dell’Ordine del giorno del Consiglio regionale sulla vaccinazione di pazienti e operatori dei servizi residenziale e diurni per disabili, psichiatrici e dipendenti.

“Abbiamo appreso come Consulta Regionale per la tutela dei diritti della Persona Handicappata di Regione Liguria che, il giorno 12 gennaio 2021, l’Assemblea Legislativa – Consiglio regionale di Regione Liguria, ha approvato l’Ordine del Giorno ad oggetto ‘vaccinazione pazienti e operatori dei servizi residenziale e diurni per disabili, psichiatrici e dipendenti’. Constatiamo ed apprezziamo che le persone disabili, in questo contesto così drammatico per il Paese, vengano considerate persone fragili ed inserite nel primo contingente di vaccinazioni.

Dobbiamo altresì ribadire che le nostre richieste erano rivolte a tutto il mondo della disabilità, sia per le gravi patologie che non gravi, cioè per tutte quelle persone fragili che hanno comunque ‘una vita sociale’, ovvero che sono ancora inserite nel ciclo scolastico, corsi di formazione, inserimenti lavorativi ecc. e che in questo momento sono rinchiuse nelle mura domestiche da troppi mesi e a totale carico delle famiglie.

Speriamo che gli Organi di Regione Liguria (Giunta Regionale, Consiglio Regionale, ALISA, ecc.) abbiano la massima attenzione sui tempi di somministrazione delle due fasi vaccinali, non solo per le persone disabili che sono inserite nei Centri Residenziali/Diurni, ma anche per tutti gli altri ugualmente fragili, nonchè per i loro famigliari/care Giver con loro conviventi.

Ci auguriamo che le nostre richieste vengano attenzionate e prese in carico nella loro totalità in modo da garantire al mondo della disabilità (persone disabili e loro famiglie) un ritorno alla socialità e alla ripresa delle loro attività (frequenza scolastica, sedute riabilitative, inserimenti nella formazione / borse lavoro, ecc) grazie alla vaccinazione”.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium