/ Politica

Politica | 21 gennaio 2021, 17:04

Colle di Tenda e raddoppio ferroviario, il governo nomina i commissari per la costruzione delle opere

Due opere considerate fondamentali per lo sviluppo del ponente sono state inserite nel decreto del presidente del consiglio Giuseppe Conte, che ha inviato alle camere la relazione illustrativa con l'individuazione degli interventi infrastrutturali e la nomina dei commissari che si occuperanno della costruzione

Colle di Tenda e raddoppio ferroviario, il governo nomina i commissari per la costruzione delle opere

Colle di Tenda e completamento del raddoppio ferroviario nella tratta tra Andora-Finale. Due opere considerate fondamentali per lo sviluppo del ponente sono state inserite nel decreto del presidente del consiglio Giuseppe Conte, che ha inviato alle camere la relazione illustrativa con l'individuazione degli interventi infrastrutturali e la nomina dei commissari che si occuperanno della costruzione.

Si tratta, come si legge nel testo del Dpcm, di "interventi infrastrutturali caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico - amministrative ovvero che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio - economico a livello nazionale, regionale o locale, per la cui realizzazione o il cui completamento si rende necessaria la nomina di uno o più Commissari straordinari. L'elenco è corredato, per ciascun intervento: della descrizione dell'opera, in relazione ai termini e alle attività connesse alla sua realizzazione, del costo stimato, delle fonti di finanziamento, dei codici unici di progetto (CUP) relativi all'opera principale e agli interventi ad essa collegati".

Tra le decine di opere anche le due che interessano maggiormente il ponente.

Per quanto riguarda il Tenda, "il progetto prevede la costruzione di una nuova canna mono-direzionale in direzione Italia-Francia di lunghezza pari a circa 3,3 km, mentre per il collegamento Francia-Italia è previsto l’ampliamento dell’attuale tunnel sino al raggiungimento delle dimensioni della nuova canna. Le due gallerie saranno collegate da by-pass pedonali e carrabili; sono altresì previsti interventi sulle viabilità di accesso al tunnel.

L’intervento è previsto nell’Elenco Opere Infrastrutturali di nuova Realizzazione 2007 –2011, ed inserito nel Contratto di Programma 2009 per un importo complessivo di €209.496.017,18, così finanziati: CdP 2007 -28.390.530,00 L.311/2004 e L.266/2005 € 54.000.000,00 partecipazione Repubblica Francese (Accordo di Parigi 12/3/07) €87.255.091,16CdP2009 €39.850.396,02Totale Finanziamenti € 209.496.017,18
". Il costo stimato è di 139,6 milioni di euro. A occuparsi della costruzione il responsabile struttura territoriale Anas per la Lombardia Nicola Prisco.

Per quanto riguarda il raddoppio della linea Andora-Finale: "Il progetto prevede la realizzazione del raddoppio della tratta Andora-Finale dell’estesa di 31,4 km, di cui 24 km in galleria, completamente in variante rispetto al tracciato attualmente in esercizio.

Nell’ambito del progetto è compresa anche la realizzazione della nuova stazione di Albenga e delle fermate di Alassio (in galleria), Borghetto -Ceriale -Loano e Pietra Ligure. Saranno soppressi n° 14 Passaggi a Livello.Verranno dismessi gli impianti di Laigueglia, Alassio, Albenga, Ceriale, Borghetto S.Spirito, Pietra Ligure e Borgio Verezzi
". Il costo stimato è 1.540 milioni di euro finanziati dal mef. A occuparsi dell'opera sarà il responsabile direzione investimenti di Rfi Vincenzo Macello.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium