/ Attualità

Attualità | 26 febbraio 2021, 07:11

10° Censimento del Fai, Imperia: pochi voti alle bellezze della nostra città. Bene Moltedo, ma c'è chi ha preferito l'Ex Sairo alla Galeazza e alla torre di Prarola

I siti in gara erano 57. Bisogna scorrere fino al 117° posto per trovare il primo "luogo del cuore" comunale: la chiesa di Sant’Andrea di Moltedo. Flop per Villa Grock (98 voti), logge di Santa Chiara (35) e per borgo Parasio (29)

10° Censimento del Fai, Imperia: pochi voti alle bellezze della nostra città. Bene Moltedo, ma c'è chi ha preferito l'Ex Sairo alla Galeazza e alla torre di Prarola

Erano 1.928 i siti della Liguria presenti all’interno del decimo censimento del Fai, il Fondo per l’ambiente italiano, realizzato in collaborazione con Intesa SanPaolo. La classifica è stata resa nota ieri e ha vinto, con ben 75.586 voti, la "Ferrovia delle Meraviglie" che unisce la nostra regione con Piemonte e Francia attraverso il tracciato che da Cuneo porta a Ventimiglia.

La Liguria comunque ha conquistato il primo posto per voti in rapporto alla sua superficie. La provincia di Imperia, però, di là del trionfo registrato con la Cuneo-Ventimiglia, è quella che registra meno successo tra i votanti. I siti del nostro territorio presenti all’interno del censimento erano 423; di poco inferiore La Spezia con 368 mentre Savona ne aveva 440 e Genova 699.

Per trovare, all’interno della classifica, il secondo sito imperiese bisogna attendere il 117° posto. Si tratta del tempio valdese di Bordighera che ha totalizzato 3.451 voti. Dopo troviamo la chiesa di Sant’Andrea di Moltedo, frazione del capoluogo, che conquistato il 175° posto con 2.511 preferenze e poi le rovine della chiesa di San Niccolò a Bajardo, ferme al 247° posto con 1.454 voti.

Concentrandosi sul capoluogo, dove i siti in gara erano 57, dobbiamo scorrere fino alla 769° posizione per trovare un altro sito cittadino ossia Villa Grock e il suo parco che ha totalizzato solo 98 voti. 46 sono i voti espressi per l’oratorio di San Pietro a Porto Maurizio fermo al 821° posto mentre la loggia dipinta e il ninfeo di palazzo Guarnieri si trovano all’828° posto con 39 preferenze. Appena 35 voti per le meravigliose logge di Santa Chiara (832 ° posto) e 29 per Borgo Parasio (838° posto).

17 quelli per il Monastero di Santa Chiara, 13 per Borgo Foce, sette per la baia di Porto Maurizio e sei per il porto di Oneglia. Meno persino dell’ex area industriale Sairo che ha visto assegnarsi 8 preferenze. Due soli voti alla Galeazza, a Calata Cuneo, al Santuario di Nostra Signora delle Grazie, Villa Faravelli, la torre saracena di Prarola e la scogliera delle Ratteghe. Risultati ovviamente impietosi che nulla hanno a che vedere con l’arte, la magia, la storia e la bellezza di tutti i siti interessati dalla gara. Segno soltanto, che non c’è stato il coinvolgimento della cittadinanza, anche a livello politico, per “sostenere” on line i siti cittadini.

Stessa cirocostanza per gli altri comuni. Il quinto posto più votato è stato il sentiero degli Alpini, Pigna, che ha raggiunto il 340° posto totalizzando 845 preferenze. Poi si scende fino alla 547esima posizione con l’ecovillaggio Torri Superiore che ha ottenuto 338 voti e il borgo rurale di Cenova al 617° posto (251 voti).

Sanremo compare in classifica solo al 738° posto con il santuario di Nostra Signora Madonna della Guardia (129 voti) mentre al 758° posto si trova il borgo di Bussana Vecchia (109 voti). Persino il Pelagos, santuario internazionale per i cetacei del Mediterraneo registra un flop con soli 101 voti (766° posto). Dopo Cenova, per l’alta valle Arroscia dobbiamo scorrere fino al 780° posto per trovare il casello del Dazio di Pieve di Teco (87 voti). Persino il magico borgo di Cervo ha ricevuto pochi voti, 73, classificandosi al 794° posto. Anche la suggestiva Pigna di Sanremo racimola poche preferenze ossia 57 (810° posto), 50 invece, al museo Bicknell e il suo giardino a Bordighera (817° posto), e 47 al castello dei Doria a Dolceacqua (820°posto).

Il paese delle streghe, Triora con il suo centro storico, si piazza all’824° posto con solo 43 voti mentre l’area archeologica dell’anfiteatro romano a Ventimiglia è all’831° posto con 36 voti. La Chiesa Russa matuziana invece, riceve solo 25 preferenze (842° posto). Il primo sito di Taggia presente in classifica è la chiesa di Santa Maria del Canneto che si ferma all’837° posto con 30 voti. Diano Marina invece, registra 25 preferenze per la strada “Incompiuta” (842° posto).

Un voto soltanto, solo per citare alcuni esempi, a Capo Cervo, al Museo della Castagna di Montegrosso Pian Latte e al Monte Grammondo nel ventimigliese. Mentre nessuno ha votato per Baia Sant’Anna a Ventimiglia e per la fontana con calice di marmo bianco a Taggia.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium