/ Attualità

Attualità | 27 febbraio 2021, 07:21

Imperia: "ponteggi vecchi e in stato di abbandono davanti al liceo Amoretti', il consiglio d'istituto chiede la rimozione (foto)

Il presidente del consiglio d'istituto Mauro Bosticco ha scritto al comune, alla Provincia e all'Inail

Imperia: "ponteggi vecchi e in stato di abbandono davanti al liceo Amoretti', il consiglio d'istituto chiede la rimozione (foto)

"Ponteggi vecchi e in stato di abbandono davanti all'ingresso del liceo Carlo Amoretti di Imperia". Con una lettera indirizzata al presidente della Provincia Domenico Abbo, al sindaco Claudio Scajola, all'Inail, al dirigente scolastico provinciale Luca Lenti e alla dirigente scolastico dell'Amoretti Beatrice Pramaggiore, il presidente del consiglio d'istituto del liceo, Mauro Bosticco, ne chiede la rimozione per il pericolo che possono provocare.

"Il sottoscritto Bosticco Mauro, - si legge nella lettera - Presidente del Consiglio di Istituto del Liceo Carlo Amoretti di Imperia, con la presente sottopone all’attenzione degli enti in indirizzo una persistente problematica legata alla presenza, in corrispondenza degli accessi alla sede dell’istituto, di vetusti ponteggi in stato di totale abbandono e noncuranza al punto tale da costituire potenziale pericolo per la sicurezza e incolumità di studenti, docenti e personale scolastico, come anche di qualsiasi altro soggetto si trovi a transitarvi nei pressi. E’ storia nota di come il settore dei ponteggi conti, ad oggi, un gran numero di incidenti nonostante rientri in una di quelle attività che più conosce specifiche norme in ordine a corretto montaggio dei componenti di assemblaggio, dispositivi di protezione, ma anche esoprattutto di sicurezza, questo partendo dall’insindacabile presupposto che i ponteggi costituiscono a tutti gli effetti opere di protezione collettiva dal carattere provvisionale ovvero strutture realizzate a carattere temporaneo, per poter effettuare manutenzione ed opere di recupero edilizio, che conoscono disciplina nel D.Lgs. 81/2008 che ne definisce caratteristiche e tipologie; al quale è seguita la circolare n° 29 del 27 agosto 2010 che ha ribadito come ogni dieci anni si renda necessario verificare l’adeguatezza del ponteggio all’evoluzione del progresso tecnico. Allo stesso modo è previsto che ogni cantiere con ponteggio detenga ovvero esibisca copia della documentazione di cui al comma 6 dell’articolo 131 del D. Lgs. 81/2008 e copia del piano di montaggio, uso e smontaggio in caso di lavori in quota, prevedendo la figura del preposto che si identifica in colui che, ad intervalli periodici o comunque sempre a seguito di una violenta perturbazione atmosferica e/o ancora a seguito di un’interruzione dei lavori, deve assicurare garanzie e sicurezza del ponteggio verificandone verticalità dei montanti, giusto serraggio dei giunti, efficienza degli ancoraggi e dei controventi, curandosi eventualmente della sostituzione e/o del rinforzo degli elementi inefficienti.

Tutto questo sulla base di quell’irrinunciabile principio di tutela dell’incolumità collettiva che non guarda solo a coloro che svolgono attività lavorative 'in quota', ma anche a tutti quelli che transitano sotto e/o in prossimità di ponteggi. Posto quanto sopra si porta ora l’attenzione alla presenza di ben cinque ponteggi che permangono quantomeno da dieci anni, anche se qualcuno asserisce che il periodo sia ben maggiore, in corrispondenza di altrettanti ingressi alla sede del Liceo 'Carlo Amoretti' di Imperia Piazza Giovan Battista de Negri n° 2, nonostante sia venuto meno il carattere provvisionale di tali opere considerato che non risultano in atto, da anni, interventi di manutenzione e/o recupero edilizio della struttura (nonostante questa ne richieda più diuno!); di contro si evidenzia invece come tali opere ovvero ponteggi costituiscano a tutti gli effetti situazione di potenziale pericolo per l’incolumità di studenti, docenti e personale scolastico, considerata la loro vetustà, anche in virtù del fatto che presentano parti di assemblaggio, con riferimento a quelle costituite da tavole di legno, che non rientrano minimamente in quelle previste per le tipologie di ponteggi realizzati nel rispetto delle sopraccitate normative, ma anzi costituiscono palese violazione di esse.

Per meglio rappresentare lo stato dei ponteggi presenti in corrispondenza degli ingressi alla sede del Liceo 'Carlo Amoretti' di Imperia, struttura che ospita anche la Scuola Media 'M.Novaro', si allegano al presente scritto fotografie ritraenti gli stessi evidenziando, a puro titolo esemplificativo, parti di essi che non possono certo ritenersi idonee ad un assemblaggio tale da garantire la sicurezza di chi si trova a transitarvi sotto, come anche solo nei pressi; nella fattispecie si rimanda l’attenzione a quelle fotografie che ritraggono parti dei ponteggi in argomento, quali ad esempio tavole di legno che, oltre a non essere previste dalla vigente normativa, si presentano deteriorate nella loro struttura ovvero 'marce' e addirittura 'assemblate' ad arrugginiti montanti metallici per mezzo di fili di ferro che hanno conosciuto processo di ossidazione nel tempo, per non parlare poi di veri epropri 'rattoppi' ovvero aggiustamenti 'in corsa', per mezzo di viti e bulloni diversi, per misure, dalla sede di corretto assemblaggio come si evince chiaramente da una delle foto inserite nell’allegato fascicolo.

In tale contesto si rende opportuno evidenziare come il cortile sul quale si affacciano gli ingressi all’istituto, con relativi ponteggi, venga spesso utilizzato anche quale palestra a 'cielo aperto' (in una delle fotografie si notano sullo sfondo due canestri da basket) sia dagli studenti del Liceo Amoretti che da quelli della Scuola Media Novaro, considerato che a tutt’oggi non risulta presente all’interno della struttura adeguato locale al proposito, motivo per il quale tali opere espongono a una situazione di potenziale pericolo anche coloro che prendono parte alle lezioni di educazione fisica che si svolgono appunto in cortile. Allo stesso modo studenti come anche personale scolastico hanno segnalato allo scrivente come in presenza di eventi atmosferici di particolare intensità, quale può ad esempio essere il forte vento, si avvertano vibrazioni dei ponteggi in argomento con tutti i rischi annessi e connessi che ne possono derivare, in termini di crolli, senza poi dimenticare come la loro collocazione in corrispondenza di ingressi/uscite potrebbe ostacolare l’evacuazione di studenti e personale scolastico in presenza di una situazione emergenziale all’interno dell’istituto, come da piano di sicurezza.

Posto quanto sopra si richiede agli enti in indirizzo, per quanto di competenza, l’emissione di apposita ordinanza, che disponga la rimozione dei ponteggi in argomento considerata la situazione di potenziale pericolo per l’incolumità pubblica e su luoghi di lavoro, con particolare riguardo a studenti, docenti e personale scolastico in genere, che si è venuta a creare a causa delle pessime condizioni in cui questi versano; rimozione ancor più necessaria in virtù del fatto che è venuto meno l’essenziale carattere provvisionale degli stessi considerato che, da anni, non si conoscono interventi di manutenzione e/o di recupero edilizio della struttura tali da giustificarne la presenza nel rispetto delle vigenti normative. Fiducioso in un riscontro alla presente, porgo distinti saluti
".

 

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium