/ Attualità

Attualità | 20 marzo 2021, 20:32

Milano-Sanremo: ordinanza anti assembramento, è andata tutto sommato bene ma in tanti non l'hanno rispettata

Nessuna caccia alle streghe, sia chiaro, perché forse ci sono assembramenti peggiori in altre situazioni, però effettivamente l’accanimento di alcuni può andare contro il rispetto delle regole di altri.

Milano-Sanremo: ordinanza anti assembramento, è andata tutto sommato bene ma in tanti non l'hanno rispettata

Quasi otto ore di diretta sulla Rai e su Eurosport per un mega spot per Sanremo e tutta la riviera di Ponente. Questa è stata la ‘Classicissima di Primavera’ che la Rai ha trasmesso live dalla partenza di Milano all’arrivo. La ‘Sanremo’: un leit motiv che è stato ripetuto per ore nel corso della giornata, a conferma che la gara doveva essere disputata regolarmente.

Un lavoro importante fatto dalle forze dell’ordine, in collaborazione con la Rcs e tutto, almeno per ora, sembra essere andato nel migliore dei modi. Nessun problema nel pre-gara, con scarso traffico nel centro della città e severi controlli all’arrivo dove, effettivamente, l’ordinanza di divieto agli spettatori ha funzionato quasi completamente, tranne che in uno sparuto gruppetto di persone a ridosso di corso Mombello.

Una tiratina d’orecchie la meritano altri spettatori sul percorso: li abbiamo notati a Imperia e sulla discesa del Poggio mentre il peggio lo abbiamo visto nella zona di San Martino a Sanremo e, tra rondò Garibaldi e il fondo di via Feraldi. Troppa gente ammassata che, per vedere transitare per un secondo i corridori, non ha rispettato l’ordinanza.

Nessuna caccia alle streghe, sia chiaro, perché forse ci sono assembramenti peggiori in altre situazioni, però effettivamente l’accanimento di alcuni può andare contro il rispetto delle regole di altri. Chissà quanti appassionati, che avrebbero voluto essere sul percorso, hanno desistito proprio per il rispetto delle norme e, vedendo quanto accaduto, possono aver imprecato contro i trasgressori.

Per Sanremo e l’intera riviera di Ponente rimane l’importante giornata di promozione turistica che, tutti quanti ci auguriamo possa essere sfruttata a breve, al ritorno alla vita normale.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium