/ Attualità

Attualità | 10 aprile 2021, 12:02

Imperia: manifestazione di 'Cittadinanza Attiva' contro l'ospedale unico di fronte al Palasalute (Foto e Video)

Oltre all'ospedale unico, la manifestazione ha affrontato altri temi come la mancanza di medici e infermieri e le lunghe liste d'attesa dovute anche all'emergenza coronavirus.

Imperia: manifestazione di 'Cittadinanza Attiva' contro l'ospedale unico di fronte al Palasalute (Foto e Video)

Manifestazione contro la realizzazione dell’ospedale unico in provincia, questa mattina di fronte al PalaSalute di Imperia, in via Acquarone. A organizzarla è stata 'Cittadinanza Attiva', associazione che ha più volte affrontato il tema sanitario, affiancata da altre realtà locali.

Oltre all'ospedale unico, la manifestazione ha affrontato altri temi come la mancanza di medici e infermieri e le lunghe liste d'attesa dovute anche all'emergenza coronavirus. Nel corso del sit-in, oltre a dire no all’ospedale di Taggia è stata chiesta a gran voce una sanità pubblica vicina ai cittadini: “Mentre la pandemia da Covid-19 ha acuito le criticità della Sanità – è stato detto - la popolazione è sempre più stanca ed esasperata di fronte alle lunghe liste di attesa nei Pronto Soccorso, per esami strumentali o visite specialistiche, per interventi chirurgici e ricoveri programmati, per entrare in una struttura di riabilitazione, per ricevere cure continue al domicilio”.

“Ci sono meno posti letto, meno reparti e meno operatori sanitari – proseguono gli esponenti di ‘Cittadinanza Attiva’ - nessuna nuova specialità tempi più lunghi per il soccorso spreco di denaro pubblico. Non sono queste le risposte che attendono i cittadini. Sono il contrario di ciò che la pandemia ci ha insegnato. E' in arrivo un bastimento carico di miliardi. Si chiama ‘Next Generation Ue’ ed è interamente guidato da crescita, concorrenza e competizione. L'esatto contrario di ciò che la pandemia ci ha insegnato: Nessuno si salva da solo, siamo persone interdipendenti fra noi e con l'ambiente che ci circonda”.

Per questo la ‘Società della Cura’ è scesa stamattina in piazza, non solo a Imperia, con azioni simboliche e rispettose delle misure di emergenza dettate dalla pandemia per presentare il suo ‘Recovery Planet’, un piano alternativo di proposte per contrapporre il 'prendersi cura' alla predazione del pianeta, la cooperazione solidale alla solitudine competitiva, il 'noi' dell'uguaglianza e delle differenze all'io del dominio e dell'omologazione.

Nel corso del sit-in è stato ribadito dai presenti che sarebbe opportuno costruire prima una vera a Aurelia Bis, pensando solo dopo all’ospedale unico.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium