Attualità - 24 aprile 2021, 07:21

Gruppo di associazioni imperiesi partecipa a un bando per riqualificare il campetto della parrocchia di Cristo Re

Il bando è promosso dall'impresa sociale 'Con i bambini'. L'obiettivo delle associazioni è restituire il campo ai ragazzi del quartiere, la scadenza entro fine mese, ma serve l'aiuto di finanziatori

Gruppo di associazioni imperiesi partecipa a un bando per riqualificare il campetto della parrocchia di Cristo Re

Recuperare un campetto e restituirlo ai ragazzi del quartiere è l'impegno che si è preso un gruppo di associazioni, capitanato da 'Genitori Attivi', partecipando al bando attivato dall'impresa sociale 'Con i bambini' per la riqualificazione del campo di via Privata Gazzano, di proprietà della parrocchia di Cristo Re, oggi in uso alla scuola edile, ma che un tempo è stato un punto di riferimento per generazioni di adolescenti di borgo San Moro.

La parrocchia, dopo averlo adibito a parcheggio per un periodo, lo ha chiuso consentendo l'accesso solo agli studenti della scuola edile, ma ora, grazie alla proposta delle associazioni, vuole sfruttare l'occasione del bando per riqualificarlo.

Lo scopo è quello di ricreare la funzione sociale del campetto, motto della stessa realtà che lo propone. Le regole per partecipare impongono la creazione di una rete la più ampia possibile. “Per questo è stato necessario l'ingresso di altre realtà, - spiega Federica Novelli, presidente di 'Genitori Attivi', - come il consultorio Profamilia, l'Istituto comprensivo Sauro, l'Asd San Camillo, 'MeWe' (associazione di architetti che si occupa di progettazione sociale), la cooperativa sociale Progest, la Scuola Edile Sei Cpt e Csv Polis (realtà che si occupa di promozione sociale nel territorio)”.

Hanno aderito anche, e presto faranno parte della rete, 'Agesci', l'Istituto superiore Amoretti, L'Asd Greenspot, lo Stregatto e il Comune di Imperia, il cui settore sport sta preparando una delibera per sostenere l'iniziativa.

Per partecipare al bando, in scadenza entro fine mese, serve l'aiuto di finanziatori. Per questo il gruppo di associazioni si è mosso per trovare sostegno tra alcune realtà locali. “Tramite la partecipazione al bando speriamo di ottenere 40mila euro, ma 2mila dobbiamo averli per partecipare, questa è la cifra che stiamo chiedendo ai nostri finanziatori”, spiega Federica Novelli, che sul progetto ha le idee chiare: “Se otterremo i fondi riqualificheremo il campetto posizionando l'attrezzatura sportiva, ma vogliamo che diventi un luogo a misura dei ragazzi del quartiere e delle scuole vicine, dove fare attività che possano decidere, per education, insomma dovrà diventare un luogo di condivisione con i ragazzi”.

Se i promotori del bando non dovessero premiare la proposta imperiese, c'è un piano B: “Porteremo ugualmente avanti il progetto in economia”, conclude Federica Novelli che ha già alle spalle l'esperienza di chi ha restituito alla cittadinanza due importanti punti di riferimento come il campetto di via Gibelli e quello di via don Minzoni.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU