Elezioni comune di Diano Marina

 / Economia

Economia | 29 aprile 2021, 09:10

Transpallet manuali, come evitare gli infortuni

Spesso capita che si verifichino infortuni, anche gravi, che vedono quale protagonista i transpallet manuali.

Transpallet manuali, come evitare gli infortuni

Spesso capita che si verifichino infortuni, anche gravi, che vedono quale protagonista i transpallet manuali. Si tratta di una di quelle attrezzature spesso trascurate perché considerate il "fratello minore" dei carrelli elevatori. In quanto tale dunque, non degna di considerazione. Nulla di più sbagliato!

Approfondiamo il discorso legato ai rischi presenti nell'uso dei transpallet manuali prendendo spunto da un articolo presente nel blog della società Sicurya e facendo due chiacchiere con i loro tecnici.

Partiamo dall'inizio, di cosa stiamo parlando?

Quando parliamo di transpallet manuali ci riferiamo ad una specifica attrezzatura che utilizza la forza umana per movimentare dei carichi. Si tratta sostanzialmente di una attrezzatura costituita da un timone e due forche che si muove su ruote spinta o tirata da un operatore.

I vari modelli possono variare per la lunghezza delle forche e per i materiali usati pe la costruzione. Ad esempio acciaio inox piuttosto che altri tipi di metalli.

E' utilizzato di solito per movimentare bancali. Attraverso un'azione di pompaggio consente di inforcare il bancale e spostarlo nel punto desiderato. Certamente, insieme al carrello elevatore, si tratta dello strumento più diffuso nei magazzini.

I vantaggi nell'utilizzo dei transpallet manuali

Queste attrezzature rappresentano un grande ausilio nelle attività di movimentazione manuale dei carichi. Consentono infatti di spostare carichi ingombranti e pesanti riducendo sensibilmente lo sforzo necessario.

Dunque, in generale, possiamo ritenere senza dubbio che il loro utilizzo sia oltreché necessario anche molto vantaggioso dal punto di vista della sicurezza e prevenzione.

I transpallet manuali inoltre possono avere varie funzioni. Tra queste, segnaliamo in particolare i transpallet a pantografo. Queste attrezzature consentono di sollevare le forche da terra per portare il carico sostenuto ad una altezza desiderata. Ciò consente di agevolare tutte le operazioni manuali di picking che altrimenti vedrebbero costretto l'operatore a piegarsi.

Anche questa è sicurezza. In particolare, tenuto conto del fatto che le denunce per malattia professionale legate ad attività di movimentazione manuale dei carichi sono in costante aumento. Ci pare opportuno sottolineare l'importanza di valutare sempre questi aspetti in fase di acquisto di nuovi macchinari o attrezzature.

Chiaramente però, come tutte le attrezzature di lavoro, ci sono dei rischi nel loro utilizzo. Vi sono anche dei requisiti che queste attrezzature devono soddisfare. Nonché delle misure di sicurezza che gli operatori devono attuare.

Veniamo a questi requisiti. Come devono essere i transpallet manuali?

Le norme di prevenzione da seguire per l’utilizzo del transpallet sono diverse. Anzitutto gli operatori addetti al loro uso devono essere correttamente informati, formati e addestrati. Come già chiarito non è necessaria in senso stretto una specifica abilitazione tuttavia però la formazione è imprescindibile.

Si dovrà poi prevedere l'uso di scarpe antinfortunistiche e fornire indicazioni l'uso del transpallet. Quali ad esempio il fatto di guidarlo preferibilmente in avanti.

Laddove questo non sia possibile e la presenza di spazi stretti di manovra imponga di procedere all’indietro. In tal caso, bisognerà assicurarsi che vi sia spazio sufficiente tra il timone e le strutture fisse. Inoltre si dovrà fare in modo di avere sempre la visuale completa. In caso contrario ci si potrà fare aiutare nell'utilizzo.

Venendo poi ai requisiti previsti per i transpallet manuali questi devono essere marcati CE. E' bene inoltre verificare che il timone sia lungo a sufficienza in modo da impedire che il telaio urti i piedi dell'operatore. Nonché che l'impugnatura del timone si trovi ad una altezza di almeno 50 centimetri dal telaio.

Quali sono i principali fattori di rischio?

Nell'uso dei transpallet manuali vi sono diversi fattori di rischio. Anzitutto un numero considerevole di incidenti si verifica a causa della caduta del carico movimentato. In particolare quando questo è ingombrante e si sviluppa in altezza la sua caduta può causare schiacciamenti con conseguenze gravi. Talvolta anche mortali.

In seconda battuta si registrano poi molti casi di urti tra l'operatore che conduce il transpallet ed altri mezzi in movimento. Oppure tra quest'ultimo e parti fisse dell'ambiente di lavoro in cui opera. La parte del corpo più esposta a rischio in queste situazioni sono di solito i piedi.

Altri scenari di infortuni si verificano poi durante le attività di carico e scarico dei pianali dei camion. Infatti può concretizzarsi il rischio di ribaltamento del transpallet dal pianale che vede coinvolto anche il lavoratore.

Quali misure di sicurezza è possibile adottare?

Oltre a quanto già indicato in precedenza sicuramente possiamo citare l'importanza di leggere il libretto d'uso e manutenzione dell'attrezzatura che si usa.

D'altro canto, così come il buon senso ci porta a dire che nessuno di noi, di solito, compra una attrezzatura per casa e la usa senza aver letto le istruzioni. Questo discorso vale a maggior ragione negli ambienti di lavoro.

Inoltre è bene fare attenzione all'ambiente in cui si utilizzano i transpallet manuali. Questi infatti andrebbero usati su superfici lisce e piane. Ciò al fine di evitare che eventuali avvallamenti possano favorire uno sbilanciamento con successiva caduta del carico.

Un ruolo importante assume anche la segnaletica orizzontale e verticale presente nei vari reparti produttivi. E' bene infatti che i transpallet possano muoversi lungo percorsi opportunamente segnalati.

Inoltre poi, sempre con riferimento all'ambiente in cui si opera, è bene fare attenzione alle sostanze stoccate. Se ad esempio si utilizzano sostanze chimiche pericolose.

E' necessario evitare che queste possano venire accidentalmente a contatto con le forche dei transpallet manuali lungo zone di transito o di passaggio.

Dunque andranno stoccate in apposite aree per aumentare i margini di sicurezza presenti nell'ambiente di lavoro.

Dunque, quale formazione fare agli operatori ed ai lavoratori in merito ai transpallet manuali?

La formazione da erogare agli operatori addetti all'uso dei transpallet ed, in generale a tutti i lavoratori, sarà quella prevista dall'art. 37 del D.Lgs 81/08.

Cioè, con riferimento all'Accodo Stato-Regioni del 21/12/2011. Nell'ambito della formazione sui rischi specifici si dovranno trattare i vari fattori di rischio legati all'uso di questa attrezzatura. Questo vale sia per i lavoratori addetti all'uso che per tutti gli altri che, comunque, sono presenti nello stesso ambiente di lavoro.

Infatti, una cosa non chiarita in precedenza è che anche i lavoratori che non usano transpallet manuali possono essere esposti a rischi di natura interferenziale. Ad esempio, i primi due casi più frequenti sono l'urto o investimento e lo schiacciamento del carico trasportato a causa di una eventuale caduta.

Proprio per questo motivo si ribadisce che comunque tutti i lavoratori presenti nell'area devono essere adeguatamente formati sui rischi introdotti dall'attrezzatura di lavoro. Ciò a prescindere dal fatto che la utilizzano o meno.

Dal punto di vista della sorveglianza sanitaria, vi sono particolari precauzioni da prendere?

Chiaramente sul punto specifico sarà compito del medico competente andare a valutare a fondo la situazione. Come sappiamo egli collabora nella valutazione dei rischi. Nello specifico quindi sarà al corrente del livello di esposizione al rischio legato alle attività di movimentazione manuale dei carichi

Tipicamente l'utilizzo di transpallet elettrici potrebbe talvolta esporre al rischio da movimentaizone manuale dei carichi legata ad attività di traino e spinta. Laddove vi fossero condizioni particolari sarà quindi necessario approfondire la questione e stimare il livello di rischio presente.

Com'è giusto che sia in questa attività sarà coinvolto anche il medico competente che potrà offrire il suo supporto. Pertanto ben potrà valutare se ed in che modo portare avanti attività di sorveglianza sanitaria legata a questo specifico fattore di rischio.

Dunque non è necessaria una visita legata all'uso di sostanze psicotrope o stupefacenti?

No, l'uso del transpallet manuale non rientra nella casistica di mansioni per le quali sono previsti questo tipo di accertamenti. La questione meriterebbe certamente un approfondimento che però non è possibile portare avanti in questa sede.

A riguardo ci limitiamo a dire che c'è anche un parere della Regione Veneto del 27/12/2010 Prot. nr. 672140. Con tale parere si forniscono chiarimenti proprio in merito alla tematica in questione.

Nello specifico con riferimento alla situazione degli addetti alla conduzione di carrelli per la movimentazione di terra o merci l'indicazione è chiara.

Si evidenzia che devono considerarsi esclusi dagli accertamenti in questione gli addetti alla conduzione di transpallet manuali e transpallet a motore con guida a terra.

Diversamente, si considerano rientrare nell'ambito dei soggetti per i quali sono previsti gli accertamenti in questione, i conduttori di transpallet a motore con guidatore a bordo.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium