/ Attualità

Attualità | 13 maggio 2021, 11:48

Le frazioni di Ubaga e Montecalvo ritrovano la loro strada per Borghetto d’Arroscia: inaugurato il nuovo ponte (Foto e Video)

Il precedente ponte era stato distrutto dall'alluvione di ottobre

Le immagini dell'inaugurazione

Le immagini dell'inaugurazione

È finito l'isolamento per le frazioni di Ubaga e Montecalvo nel territorio comunale di Borghetto d’Arroscia. Questa mattina, alla presenza delle massime autorità locali, è stato inaugurato il nuovo ponte al posto di quello distrutto dall'alluvione dello scorso ottobre. Un lavoro da circa 400 mila euro finanziato dalla Regione e con l'intervento della Provincia.

I tecnici hanno progettato una nuova struttura secondo criteri che garantiscono una maggiore sicurezza riguardo il rischio idrogeologico. L’impianto, in cemento armato, è stato modificato: la campata collassata è stata ricostruita con un’ampiezza maggiore della precedente, consentendo così una maggiore portata di acqua in caso di alluvione. La lunghezza complessiva del ponte è di circa 80 metri e la larghezza è rimasta quella originaria, di 6,50 metri. I lavori sono stati compiuti dalla ditta incaricata, la 'Srl Manfredi Sebastiano' di Pieve di Teco.

Le interviste

Sono i primi lavori che completiamo in valle Arroscia, è un'opera importante realizzata con criteri che permettano una maggiore resistenza all'acqua in caso di alluvione, un'opera definitiva - ha commentato al taglio del nastro il presidente della Provincia di Imperia, Domenico Abbo - è il segno che la Provincia, quando si tratta di intervenire per emergenze e sicurezza, è presente. Nell'assegnazione delle opere in somma urgenza abbiamo privilegiato le nostre aziende, una scelta coerente. Noi stiamo facendo lavori ben oltre i fondi che ci sono stati assegnati”.

Finalmente la Provincia ha terminato i lavori e torniamo ad avere un accesso completo alle due frazioni - ha aggiunto il sindaco Luca Ronco - dal giorno dell'alluvione avevamo attivato una strada secondaria che, però, rendeva precario l'accesso anche ai mezzi di soccorso, oggi diamo una parvenza di normalità. Restiamo in attesa di ulteriori fondi regionali perché abbiamo altri interventi pesanti su ciò che l'alluvione di ottobre ha distrutto e che non è ancora a posto. Per le somme urgenze abbiamo ricevuto il 10% di ciò che avevamo richiesto”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium