/ Cinema

Cinema | 18 maggio 2021, 08:15

CINEMA: orari, trame e stellette dei film in programmazione oggi, martedì 18 maggio 2021

CINEMA: orari, trame e stellette dei film in programmazione oggi, martedì 18 maggio 2021

La programmazione nelle sale della provincia di Imperia. In locandina e nelle immagini il film al Ritz dell'Ariston di Sanremo

                                      SANREMO

Ariston 
(tel. 0184 506060)
Doppia Programmazione
WONDER WOMAN 1984 – ore 17.00 – di Patty Jenkins - con Gal Gadot, Kristen Wiig, Pedro Pascal, Chris Pine, Connie Nielsen, Robin Wright – Azione/Fantascienza/Avventura - "Il destino del mondo è nuovamente in pericolo, e solo l'intervento di Wonder Woman riuscirà a salvarlo. Diana Prince vivere tranquillamente in mezzo ai mortali nei vibranti e scintillanti anni Ottanta, un'epoca di eccessi, spinta dal bisogno di possedere tutto. Nonostante sia ancora in possesso di tutti i suoi poteri, mantiene un basso profilo, occupandosi di antichi manufatti e agendo come supereroina solo in incognito. Ma adesso, Diana dovrà uscire allo scoperto e fare appello alla sua saggezza, alla sua forza e al suo coraggio per salvare il genere umano da un mondo in pericolo di vita…”
Voto della critica: **
RIFKIN'S FESTIVAL – ore 19.45 – di Woody Allen - con Wallace Shawn, Gina Gershon, Louis Garrel, Christoph Waltz, Elena Anaya, Sergi López – Commedia - Mort Rifkin è sposato con Sue, ufficio stampa di cinema. Il loro viaggio al Festival del Cinema di San Sebastian, in Spagna, è turbato dal sospetto che il rapporto di Sue con il giovane regista suo cliente, Philippe, oltrepassi la sfera professionale. Il viaggio è però per Mort anche un'occasione per superare il blocco che gli impedisce di scrivere il suo primo romanzo. Ossessionato dai grandi classici del cinema diretti da famosi registi come Bergman, Fellini, Godard, Truffaut e Buñuel, Mort è infastidito dagli elogi per il "banale" film di Philippe. I suoi sprezzanti giudizi, in totale contrasto con l'ammirazione che Sue ha per il regista, mettono a dura prova una relazione già fragile. L'umore di Mort migliora sensibilmente quando incontra la dottoressa Jo Rojas, uno spirito affine che vive una situazione matrimoniale burrascosa con il marito Paco, pittore dal temperamento impetuoso. Così, mentre Sue trascorre le giornate con Philippe, il rapporto tra Mort e Jo si fa sempre più profondo e il suo amore per i classici del cinema si ravviva ulteriormente. Osservando la propria vita attraverso il prisma di quei capolavori cinematografici, Mort scopre una rinnovata speranza per il futuro…”
Voto della critica: ***

Ritz (tel. 0184 506060)
Tripla programmazione
IL CONCORSO – ore 16.45 – di Philippa Lowthorpe - con Keira Knightley, Gugu Mbatha-Raw, Jessie Buckley, Keeley Hawes, Phyllis Logan - Commedia - "Nel 1970, a Londra, ebbe luogo il concorso di Miss Mondo, presentato dal leggendario attore comico Bob Hope. All'epoca, la selezione di Miss Mondo era il programma televisivo più seguito al mondo, con oltre cento milioni di spettatori. Sostenendo che i concorsi di bellezza fossero degradanti per le donne, il neonato Movimento di Liberazione delle Donne britannico divenne famoso da un giorno all'altro facendo irruzione sul palcoscenico e interrompendo la diretta in mondovisione della gara. Ma non fu l'unico scandalo della serata: quando il collegamento della trasmissione fu ripristinato, a conquistarsi il titolo non fu la favorita contendente svedese, bensì Miss Grenada, la prima donna nera ad essere incoronata Miss Mondo. Nel giro di poche ore, il pubblico televisivo del globo terrestre aveva assistito allo spodestamento del patriarcato dalla ribalta e al sovvertimento dell'ideale occidentale di bellezza femminile…”
Voto della critica: ***
NOMADLAND – ore 18.45 – di Chloé Zhao - con Frances McDormand, David Strathairn, Linda May, Charlene Swankie, Derrick Janis - Drammatico - "Empire, stato del Nevada. Nel 1988 la fabbrica presso cui Fern e suo marito Bo hanno lavorato tutta la vita ha chiuso i battenti, lasciando i dipendenti letteralmente per strada. Anche Bo se ne è andato, dopo una lunga malattia, e ora il mondo di Fern si divide fra un garage in cui sono rinchiuse tutte le cose del marito e un van che la donna ha riempito di tutto ciò che ha ancora per lei un significato materico. Vive di lavoretti saltuari poiché non ha diritto ai sussidi statali e non ha l'età per riciclarsi in un Paese in crisi, e si sposta di posteggio in posteggio, cercando di tenere insieme il puzzle scomposto della propria vita…”
Voto della critica: ****
THE HUMAN VOICE – ore 20.45 – di Pedro Almodóvar - con Tilda Swinton, Agustín Almodóvar, Miguel Almodóvar, Pablo Almodóvar, Diego Pajuelo - Drammatico - "Una donna vede passare le ore accanto alle valigie del suo ex amante (che verrà a riprenderle, ma non arriva mai) e a un cane irrequieto che non si capacita che il suo padrone lo abbia abbandonato. Due esseri vivi di fronte all'abbandono. Durante i tre giorni dell'attesa, la donna è uscita di casa solo una volta per comprare un'ascia e una latta di benzina. La donna passa attraverso tutti gli stati d'animo, dalla desolazione alla disperazione e perdita di controllo. Si trucca, indossa un abito nuovo come per una festa, valuta l'idea di buttarsi dalla terrazza, fino a quando il suo ex amante la chiama al telefono, ma lei è incosciente perché ha mandato giù un cocktail di tredici pasticche e non può rispondere al telefono. Il cane la sveglia leccandole il viso. Dopo una doccia fredda, rianimata da un caffè nero, come il suo stato d'animo, il telefono torna a squillare e lei può rispondere…”
Voto della critica: ****

Roof 3 (tel. 0184 506060)
VOLEVO NASCONDERMI – ore 17.15 – 19.30 – di Giorgio Diritti - con Elio Germano, Oliver Ewy, Leonardo Carrozzo, Pietro Traldi, Orietta Notari, Andrea Gherpelli - Biografico - "Toni, figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera dove ha trascorso un'infanzia e un'adolescenza difficili, vive per anni in una capanna sul fiume senza mai cedere alla solitudine, al freddo e alla fame. L'incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati è l'occasione per riavvicinarsi alla pittura, è l'inizio di un riscatto in cui sente che l'arte è l'unico tramite per costruire la sua identità, la vera possibilità di farsi riconoscere e amare dal mondo. ‘El Tudesc’, come lo chiama la gente è un uomo solo, rachitico, brutto, sovente deriso e umiliato, diventa il pittore immaginifico che dipinge il suo mondo fantastico di tigri, gorilla e giaguari, stando sulla sponda del Po. Quella di Ligabue è una "favola" in cui emerge la ricchezza della diversità e le sue opere si rivelano nel tempo un dono per l'intera collettività…”
Voto della critica: ****

                                     DIANO MARINA

Politeama Dianese (tel. 0183 495930)
Chiuso

 

Legenda - Giudizi della critica film in da 1* stelletta (mediocre) a 5***** stellette (capolavoro)
Trame film tratte da www.cinematografo.it

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium