/ Solidarietà

In Breve

Solidarietà | 29 maggio 2021, 13:06

Imperia, la 'Brigata Girasole' chiede una sede: "Uno spazio pubblico per organizzare al meglio le nostre attività solidali" (foto e video)

La 'Brigata' oggi ha voluto incontrare la stampa, per lanciare un appello alle istituzioni affinché le venga assegnato uno spazio pubblico inutilizzato, come gli spogliatoi dell'ex piscina, di fronte al palazzetto dello sport, abbandonati da anni

Imperia, la 'Brigata Girasole' chiede una sede: "Uno spazio pubblico per organizzare al meglio le nostre attività solidali" (foto e video)

Con la ripresa delle attività, per la 'Brigata Girasole', il collettivo composto da una serie di associazioni come l'Arci, la Talpa e l'orologio, Garabombo l'invisibile, Aifo, la fondazione Marco Beltrami e altre realtà, c'è bisogno di una sede, uno spazio pubblico in cui continuare la propria attività solidale che ha contraddistinto la 'Brigata' nell'ultimo anno e mezzo in cui è stata impegnata con la distribuzione di pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà.




La 'Brigata' oggi ha voluto incontrare la stampa, per lanciare un appello alle istituzioni affinché le venga assegnato uno spazio pubblico inutilizzato, come gli spogliatoi dell'ex piscina, di fronte al palazzetto dello sport, abbandonati da anni.

E' più di un anno – spiega Elisa Siri, rappresentante dell'Arci - che distribuiamo pacchi alimentari con generi di prima necessità alle persone che ne hanno bisogno. Questa emergenza è nata l'anno scorso con il lockdown e si è dimostrata molto importante. Noi come associazione abbiamo deciso di fare una rete e darci da fare, non potevamo fare altrimenti, e quindi abbiamo costituito questa brigata per aiutare chi non ce la faceva. È un anno che nelle sedi delle nostre associazioni facciamo questa attività di distribuzione, pensavamo all'inizio che fosse temporaneo, l'emergenza invece purtroppo continua, magari con numeri minori, ma bisogna tenere conto del fatto che aiutiamo circa 120 famiglie e non sono poche. Per questo noi crediamo che la nostra attività sia importante, sia un'attività sociale per aiutare la nostra comunità”.

Un impegno che ora richiede un'organizzazione diversa. “Le nostre associazioni e i nostri circoli – continua Elisa - fortunatamente stanno riprendendo le loro attività, e non è più funzionale fare la distribuzione nelle nostre sedi, abbiamo bisogno di una sede a parte, per strutturarci bene e far sì che la nostra attività diventi qualcosa in cui anche le persone che ricevono i pacchi diano anche loro il proprio contributo, costruire qualcosa di diverso come già stiamo facendo, per questo abbiamo bisogno di uno spazio, e quindi lanciamo un appello alle istituzioni prima di tutto perché ci consentano l'utilizzo di uno spazio pubblico. Noi siamo tutti volontari, non abbiamo la possibilità di pagare un affitto, e quindi lanciamo l'appello per avere uno spazio per continuare a fare le nostre attività”.

Questa – aggiunge Sara Zaghi della Talpa – è una delle tante aree dismesse, un edificio inutilizzato tra quelli presenti in città, e abbiamo preso simbolicamente questo spazio per chiedere alle istituzioni competenti che si attivino in questo senso, cercando un luogo in cui la solidarietà possa non pagare l'affitto. Siamo persuasi che dal punto di vista della civiltà sia necessario entrare in quest'ottica. Gli spazi sociali che Elisa ha citato sono stati molto colpiti da questa crisi covid, forse anche più delle attività commerciali, perché erano precluse praticamente del tutto, e lo sono ancora, alcune attività di autofinanziamento che permettono l'esistenza di spazi di questo genere.

Per questa ragione, adesso che ci sono timidi tentativi di ripresa è proprio necessario, se vogliamo continuare questo tipo di attività solidale, e noi vogliamo continuare a fare questa attività dal basso, trovare degli spazi pubblici, perché è per il pubblico che facciamo questo tipo di lavoro
”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium